Saviano risponde a Salvini: "Vuoi togliermi la scorta? Sai che ti dico…"

Share

Sulla scorta a Roberto Saviano "saranno leistituzioni competenti a valutare se corra qualche rischio, ancheperché mi pare che passi molto tempo all'estero". Nei giorni scorsi Saviano aveva duramente criticato Salvini a proposito della vicenda Aquarius, definendolo "crudele, inumano e incapace" e aveva paragonato le sue dichiarazioni alla "retorica del fascismo". Così il ministrodell'Interno e vicepremier, Matteo Salvini, ospite di Agorà su Raitre.

Il quotidiano La Repubblica, con un servizio di Claudia Brunetto e Giorgio Ruta, ha raccolto le testimonianze di alcuni cittadini che abitano nel campo rom, presente sin dall'inizio degli anni '90 del secolo scorso, di Palermo. "Gli mando un bacione". "E' una persona che mi provoca tanta tenerezza e tanto affetto", ha concluso Salvini parlando dello scrittore napoletano. "Di quello che fa Saviano, della sua casa a New York, dei soldi non mi interessa". Di minacciarmi? In questi anni sono stato sotto una pressione enorme, la pressione del clan dei Casalesi, la pressione dei narcos messicani.

Читайте также: Elena Santarelli ottimista per la guarigione del figlio: 'Devo solo avere pazienza'

Vedasi la proposta sul censimento dei rom, a proposito della quale lo scrittore ha commentato, su Facebook: "Oggi qualcuno, con grandi responsabilità di governo, ha parlato senza mezzi termini di deportazione dei rom e nessuno dei suoi alleati ha ritenuto opportuno prendere le distanze da questo abominio".

Matteo Salvini lo dice a Porta a Porta e apre un vero e proprio fronte con la Ue: "Se andiamo a Buxelles per avere il compitino già scritto da Francia e Germania, se pensano di mandarci altri migranti invece di aiutarci, allora non andiamo nemmeno, risparmiamo i soldi del viaggio". Tra le prime fila c'erano uomini della famiglia Pesce, storica famiglia di 'Ndrangheta di Rosarno, affiliati alla famiglia Bellocco, potentissima organizzazione di narcotrafficanti. Dice questo: 'Per cosa è conosciuta Rosarno? "Per la baraccopoli'. Perché il problema di Rosarno è la baraccopoli e non la 'ndrangheta". "Salvini combatta la mafia non chi la denuncia", ha twittato Laura Boldirini. Inoltre "entro l'anno" si metterà mano alla Fornero. "Bisogna dialogare, non con lui ma con chi lo ha votato e lo sostiene", conclude il giornalista.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2019 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Share