Tesla, Musk: "C’è stata un’azione di sabotaggio estesa e compromettente"

Share

Alla Tesla, la fabbrica di automobili di Elon Musk, non si respira un'aria serena. Nel 2016, quando un razzo di Space X (l'altra grande società di Musk) esplose ancor prima del decollo, il Ceo parlò di possibile sabotaggio. In un'email inviata ai propri dipendenti è lo stesso Elon Musk a parlare apertamente della vicenda. A riportarlo l'emittente televisiva statunitense CNBC.

Tesla è stata vittima di un sabotaggio.

Tesla, la società americana specializzata nella produzione di auto elettriche, ha reso noto di aver fatto causa a un ex dipendente, Martin Tripp, accusato aver rubato dati, mentito e hackerato segreti commerciali. "Tuttavia, potrebbe esserci di più in questa situazione di quanto non sembri, quindi le indagini proseguiranno in profondità questa settimana", ha aggiunto Musk.

Sparatoria in centro a Malmo in Svezia, ci sono feriti
Le altre persone coinvolte sono state ricoverate in ospedale e vengono piantonate dalle forze dell'ordine. Secondo quanto scrive il Sun, l'uomo ha sparato in un Internet cafè almeno venti proiettili .

Funerale mortale: uomo schiacciato dalla bara della madre
Stava sostenendo la bara della mamma durante il funerale della donna, quando qualcosa è andato storto. Il corpo di Kondorura è stato sepolto accanto a quello di sua madre , Berta.

Corona contro Don Mazzi. Il sacerdote: "Ha la capacità satanica…"
Vado a casa di mia madre per aspettare il ritorno da scuola di mio figlio Carlos Maria che all'epoca aveva 14 anni. Grazie Massimo.e scusa se non riesco a nn dire ciò che penso...ma sono e sarò sempre così ...

Secondo Musk il sabotatore, di cui non fa il nome né chiarisce il destino, avrebbe cambiato alcune porzioni di codice nel sistema aziendale e condiviso informazioni riservate con non meglio precisate terze parti. Nel corso di questa settimana, le indagini verranno portate avanti, ma il fondatore di Tesla ha raccomandato i lavoratori di aprire occhi e orecchie e prestare il massimo dell'attenzione. In una seconda email, sempre pubblicata dalla CNBC, Musk ha detto anche che c'è stato un incendio nella linea di produzione dell'azienda, descrivendolo come "uno strano incidente difficile da spiegare".

A tutto questo si deve aggiungere che attualmente Tesla sta tagliando il 9% della sua forza lavoro, garantendo il posto però a quanti stiano lavorando alla produzione di Model 3. La berlina è la chiave degli sforzi della società per generare entrate necessarie a rimborsare e spingere lo sviluppo di altri veicoli elettrici. Tesla mira a produrre 5.000 auto a settimana entro la fine di giugno, rispetto al suo attuale tasso di 3.500 a settimana.

Share