Giocatori Argentina contro ct Sampaoli

Share

"Abbiamo delle mancanze a centrocampo, lo sapevamo già prima, c'è grande confusione". Anche nelle quote dei bookmaker è allarme rosso per il tecnico albiceleste, a rischio addirittura per la partita contro la Nigeria di martedì prossimo: il tabellone Sisal Matchpoint al momento lo conferma in panchina, a 1,20, ma l'ombra di Jorge Burruchaga - campione del mondo nel 1986 - incombe a quota 3,00. Battendo la Nigeria sarebbero agli ottavi di finale.

Tutto ruota intorno a lui, in un'attesa quasi "messianica". "Nessun altro è responsabile", vi si leggeva. Ma neppure fuori: sfila all'uscita dal pullman, testa bassa per non incrociare lo sguardo di migliaia di tifosi, occhi spenti. Messi non è e non sarà mai Maradona; Messi è e sarà per sempre diverso da Ronaldo. Scompare persino dalla conferenza stampa, dove viene nominato appena una volta di sfuggita.

Terminata l’udienza davanti la camera giudicante: entro il weekend la sentenza
Ma eventualmente la società rossonera potrebbe decidere di fare ricorso al Tas . Saranno 48 ore d'ansia quelle che vivranno i tifosi rossoneri questo weekend .

Fiducia Vettel, credo in qualifica andrà meglio
Per questo è stato necessario sostituire scocca, motore e cambio: lo svedese ha avuto modo di verificare che tutto funzionasse a dovere per andare in qualifica senza sorprese.

Morto Gonella: l’arbitro della finale mondiale del ’78
Dopo i mondiali di calcio del 1978, decise di smettere di arbitrare, con il bilancio di 175 presenze in serie A . L'Associazione Italiana Arbitri ha espresso il proprio cordoglio alla famiglia tramite il suo profilo twitter.

L'indiscrezione, fatta filtrare da 'TyC Sport', rispecchierebbe i malumori dello spogliatoio coi giocatori che avrebbero chiesto l'allontanamento dell'ex allenatore del Siviglia. "Quando si cambiano giocatori e moduli in poco tempo è normale ci siano difficoltà, ma tutte queste critiche non ci aiutano" ha invece concluso il centrocampista del Milan. Messi toccherà più palloni, vedrete.

Tuttavia, il nervosismo di Lionel Messi (sparito dal gioco dopo il 2-0 degli avversari) potrebbe non bastare a fermare la risolutezza di Sampaoli, che non ha alcuna intenzione di mollare la presa sull'obiettivo che gli è stato assegnato. La squadra sta male, sta male. Ovviamente giocherà comunque, per trascinare la squadra a un passo dal baratro, o viceversa. Mi turba quello che succede nel mondo virtuale, siamo in un mondo in cui se perdi passi per criminale. "La memoria non si cancella".

Share