Migranti, trovato l'accordo al vertice Ue. Salvini: "Ottenuto il 70%"

Share

"Solo il 7% dei migranti in arrivo sono rifugiati"."L'Italia, con il suo apporto specie in tema di immigrazione, può contribuire a rendere questo appuntamento uno spartiacque - ha aggiunto il presidente del Consiglio - un punto di svolta e di cambiamento per l'Europa". Ormai la destra radicale parla di cambiare le politiche e il funzionamento dell'Unione anziché di uscire da quella che ha smesso di definire una "prigione dei popoli". Si torna sull'argomento, dunque, come per esorcizzare lo scivolone di ieri e di qualche settimana fa, quando il premier indicava "la società civile" russa come la vittima delle sanzioni occidentali - dimenticando che l'eventuale vittima dell'avventurismo crimeano di Vladimir Putin che nel 2014 ha portato a quelle sanzioni e alla sospensione dei finanziamenti che adesso Roma vorrebbe reintrodurre è la società civile, sì, ma ucraina.

Dopo un lungo incontro, durato 13 ore, i leader dell'Unione Europea hanno raggiunto un accordo sulla questione dei migranti. Ha ragione su entrambi i punti. No, però, all'irrigidimento di processi "già naturalmente avviati, con il risultato di ottenere, anziché la riduzione del rischio, l'incremento della instabilità bancaria e finanziaria, non certo in Italia ma, se mai, in altri Stati membri caratterizzati da sistemi economici di più modesta entità". Il secondo, Boyko Borisov, ha rimarcato come in passato abbia fatto il pompiere e che, in ogni caso, il modo di condurre i negoziati da parte di Giuseppe Conte è stato completamente scorretto: il testo, infatti, non era un documento legislativo, quanto un accordo politico. Nessun impegno vincolante, gli Stati potranno decidere se aprirli su base volontaria. Si affaccia poi la possibilità di creare dei centri di accoglienza per consentire lo sbarco e il transito dei migranti anche in Paesi terzi. "Ancora, all'articolo tre, è affermato il principio che tutte le navi che attraversano il Mediterraneo devono rispettare le leggi, quindi anche le Ong, e non devono interferire con le operazioni della Guardia Costiera Libica". La ridistribuzione dei richiedenti asilo tra alcuni Stati membri sarà quindi possibile solo per quei Paesi in prima linea che istituiranno i centri chiusi. Inoltre viene anche chiesto che vengano intensificati i rapporti e gli accordi con i Paesi di origine e transito dei migranti.

Nainggolan a Inter TV: "Sono un vincente. Trasmetterò questo sentimento alla squadra"
Radja Nainggolan , nuovo centrocampista dell'Inter , è stato presentato oggi in conferenza stampa . Lo farà perché la 4, la sua, da queste parti è e sarà per sempre di Javier Zanetti .

L'esultanza dei calciatori svizzeri che ha fatto arrabbiare la Serbia | Flashes
Shaqiri è invece nato in Kosovo, a Gjilan, prima che la sua famiglia si trasferisse in Svizzera , nel mezzo della guerra dei Balcani.

Bimbo piange al battesimo, il prete lo schiaffeggia
Ma il parroco non demorde, tiene il bambino dal collo, non volendolo lasciare, fino a che il padre del piccolo riesce a salvarlo. Sono immagini violente quelle che stanno circolando sui social nelle ultime ore.

L'accusa più grave che è stata mossa al presidente del Consiglio Giuseppe Conte al Consiglio Europeo arriva a causa della sua presunzione, con cui - a quanto pare - ha affrontato il negoziato. "La solidarietà che dobbiamo ai Paesi di primo ingresso è stata messa in atto in questo vertice". "C'è la volontà - ha continuato - di proteggere meglio le nostre frontiere, rafforzando l'impegno nella materia; rafforzare le regole sull'accoglienza e c'è la proposta di avere dei centri controllati sul territorio europeo per organizzarla meglio. Possiamo dirci francamente soddisfatti: abbiamo ottenuto cose importanti per il Paese ed è molto importante a livello europeo, perché continuiamo a camminare su un percorso comune".

Share