Thailandia, i ragazzi fanno pratica con le maschere

Share

I 12 ragazzini dispersi da nove giorni in una grotta della Thailandia con il loro allenatore sono stati ritrovati e sono tutti vivi. Sono stati proprio i Navy Seal Thai a pubblicare su Facebook questo nuovo video. L'annuncio a sorpresa è arrivato dal governatore della provincia di Chiang Rai dopo una conferenza stampa che aveva invece fatto presagire il peggio.

Con il passare dei giorni oltre mille persone, con aiuti da dieci paesi, si sono impegnati nei soccorsi che hanno tenuto col fiato sospeso l'intera Thailandia, mentre dalla grotta non giungeva nessun segnale di vita. Impedire per intero l'afflusso dell'acqua nella grotta sarà impossibile, data la porosità della roccia, ma la speranza è che tali deviazioni consentano una maggiore elasticità alle operazioni di soccorso anche nel caso dovesse ricominciare a piovere, come è previsto nel fine settimana.

MotoGp Olanda: Marquez conquista anche il warm up, Rossi 9°
LA RISPOSTA DEL DOVI - Al termine della gara Andrea e Vale hanno cercato di chiarirsi ma ognuno è rimasto sulle sue posizioni. Seconda piazza per un sorprendente Rins , terzo Vinales . "Non credo, la moto dopo i test di Barcellona è la stessa", dice.

Ivrea è patrimonio dell'Unesco. Bocciate le Colline del Prosecco, rinvio al 2019
Una buona ed una cattiva notizia per il nostro Paese in merito alla presenza nella prestigiosa lista Unesco. L'Italia si presentava con due proposte.

Formula 1, Vettel il più veloce nelle ultime libere. Hamilton insegue
Valtteri Bottas domina le qualifiche del GP d'Austria e conquista la sua prima pole position stagionale. Col primo set di gomme, ancora un po' agitato, Vettel ha sbagliato ritrovandosi in settima posizione.

Nel complesso le loro condizioni di salute sono stabili. Il corrispondente di Repubblica Raimondo Bultrini ha raccontato che sul posto le famiglie dei dispersi dalla disperazione sono passati alla gioia: "ora però i ragazzi potrebbero comunque essere in condizioni critiche e un elicottero è pronto a portarli in un ospedale a 15 minuti". "Potrebbero parlarsi per la prima volta oggi", ha annunciato il governatore Osotthanakorn. L'odissea dei "cinghialotti" - il nome della loro squadra di calcio - non è insomma ancora terminata, ma il lieto fine c'è eccome. "Mangiare, mangiare. Abbiamo fame", hanno detto per prima cosa ai soccorritori. "Quanti siete?", hanno chiesto i due britannici.

Un altro dei ragazzini ha poi chiesto ai loro salvatori da quale Paese venissero. I ragazzi, di età compresa tra gli 11 e i 16 anni, e il loro allenatore si erano avventurati nella grotta di Tham Luang dal 23 giugno, al termine di un allenamento di calcio. Le gite alle grotte turistiche di Tham Luang sono molto sconsigliate nel periodo delle piogge monsoniche, imprevedibili. Nel frattempo saranno nutriti e assistiti senza interruzioni, anche psicologicamente.

Share