Juve punta forte Ronaldo, ma chiave è a Madrid

Share

Dell'affare Ronaldo ha parlato anche Monchi in conferenza stampa: "Sarebbe un bene per tutti". E' atteso a Torino martedì 10 luglio, tempo di definire i dettagli con il Real Madrid.

Questo pomeriggio è arrivato all'aeroporto di Caselle Jorge Mendes, il procuratore di Ronaldo. Il titolo infatti continua a correre a Piazza Affari (+6,10% a 0,87 euro a circa un'ora dalla chiusura di borsa), un'ascsea che ha spinto la Consob a chiedere chiarimenti al club presieduto da Andrea Agnelli. Insomma, che la Juve ci stia provando è palese. E pure a breve. "Se valgo 100 milioni, vuol dire che non mi vogliono più", è il virgolettato attribuito dal quotidiano al portoghese quando Florentino Perez fissò in 100 milioni la clausola di rescissione del suo contratto. Dai tifosi e dal club viene la richiesta di trovare prima un sostituto di Cr7 e poi di procedere alla vendita. Un filo diretto che fa aumentare l'ottimismo nella società bianconera, con la Juventus che attende solo la certezza (questa volta messa per iscritto e non solo verbale) sui 100 milioni di euro - che potrebbero diventare 120 tasse incluse - come prezzo di uscita di Cristiano Ronaldo. "Se succederà sarà per una nuova brillante tappa della sua carriera".

Boeri (Inps): "Servono più migranti". Salvini: "Lui vive su Marte"
Poi, secondo l'Istituto, sono ormai "tanti i lavori che gli italiani non vogliono più svolgere". A dirlo è il presidente dell'Inps, Tito Boeri , nella sua relazione annuale.

A maggio la disoccupazione cala al 10,7%
Rispetto ad aprile sale anche il tasso di occupazione (58,8%) che tocca il livello più alto dal 2008, ovvero da dieci anni. Bene la crescita degli occupati in Italia con le cooperative che garantiscono lavoro a oltre 1,1 milioni di persone.

MONDIALI - Cristiano Ronaldo stritolato dal Matador Cavani, Uruguay-Portogallo 2-1
E l'unica vera occasione, capitata all'altro Silva, Bernardo , viene sprecata dall'esterno che calcia alto a porta praticamente vuota.

Se arriverà a Torino, prenderemo atto della capacità dei dirigenti juventini di convincere un vincitore di Champions, capace di finalizzare il gioco di grandi campioni messi al suo servizio, a giocare nel nostro campionato, non più all'altezza del passato, e di rischiare la propria reputazione in una squadra fortissima in Italia e molto meno fuori dalla cerchia nazionale. Secondo quanto riportato dai principali quotidiani sportivi europei l'operazione Ronaldo-Juventus dovrebbe aggirarsi intorno alla cifra monstre di 350 milioni di euro complessivi, così distribuiti.

Share