"Rischio contaminazione da listeria": Findus ritira 4 tipi di minestrone

Share

La decisione "volontaria e in via del tutto precauzionale" spiega l'azienda "è stata presa a seguito della segnalazione del fornitore Greenyard, della potenziale contaminazione da Listeria di una partita di fagiolini, utilizzati in minima parte all'interno dei prodotti oggetto del richiamo".

E nelle scorse ore ha preso un'iniziativa simile anche la Findus, che sul sito internet ha diffuso un avviso per ritirare 14 lotti di quattro prodotti in tutta Italia: il minestrone tradizione (lotti L7311 L7251 L7308 L7310 L7334), minestrone tradizione 400 grammi (L7327 L7326 L7304 L7303), Minestrone leggeramente sapori orientali 600 grammi (L7257 L7292 L7318 L8011), Minestrone Leggeramente bontà di semi 600 grammi (L7306). Al momento però, precisa il ministro della Salute Giulia Grillo, "non risultano focolai di Listeria in Italia ed il ritiro dei prodotti è effettuato in via precauzionale". Questi i lotti: Art. 79520 "Freshona" Mais surgelato, 450g Codice a barre 20417963; Art. 12105 "Freshona" Mix di verdure surgelate, 1000g - Assortimento Gemüsemix - Mix di verdure Codice a barre 20039035. "La cottura del prodotto annulla ogni potenziale rischio per la salute", sottolinea la società. L'analisi ha permesso di rilevare la listeria in mais dolce surgelato, ma anche in mix di vegetali surgelati fra cui il mais, fagioli surgelati e spinaci surgelati. Tra quelli anche i prodotti a marchio proprio di Tesco, Aldi e Sainsbury.

Seppur rara, la listeriosi è spesso grave, con elevati tassi di ricovero ospedaliero e mortalità, spiega L'Efsa, l'Autorità europea per la sicurezza alimentare. L'attuale focolaio è stato ricondotto a prodotti confezionati nello stabilimento ungherese della Greenyard. "I miei uffici hanno subito predisposto tutti i controlli e le misure necessarie" rassicura.

Russia-Croazia, quarti di finale Mondiali 2018: data, programma, orario e tv
Erano già felici per essere riusciti finalmente a superare i gironi dopo tanti fallimenti, figuriamoci adesso. Sfida Schmeichel-Subasic dal dischetto con i portieri delle rispettive squadre che parano tre rigori a testa.

Migranti, Germania: coalizione governo si spacca. Seehofer si dimette
Popolare nel Land e forte politicamente a Berlino , Seehofer può continuare a regnare in nome dell'orgoglio bavarese e del populismo.

Mondiale, Uruguay-Portogallo 2-1: decide Cavani, eliminato Ronaldo
Dove la Celeste davanti a 80.000 persone sconfisse 4-2 l' Argentina e divenne la prima squadra campione del mondo. Equilibrio più Suarez e Cavani: una combinazione di fattori che potrebbero davvero spingere lontano la celeste .

Inizialmente si pensava che il problema fosse limitato al mais congelato, ma il sequenziamento dell'intero genoma ha trovato ceppi in altre verdure surgelate prodotte dall'azienda nel 2016, 2017 e 2018, persistiti nell'impianto di lavorazione nonostante le procedure di pulizia e disinfezione.

Non è possibile escludere che tali prodotti possano essere stati contaminati da Listeria monocytogenes. Il numero dei lotti può essere individuato sull'etichetta. Così come per i prodotti Findus, il ritiro è a scopo precauzionale e l'elenco preciso è disponibile sul sito ufficiale della Lidl. E si invitano anche gli acquirenti, 10 secondo l'azienda, a restituire i prodotti in tutte le filiali Lidl ottenendo un rimborso anche senza la presentazione dello scontrino.

Share