Milan, salgono le quotazioni del magnate Rybolovlev

Share

Ciò che rende ancor più titanica l'impresa di Li Yonghong è la spada di Damocle che pende sulla sua testa e che già domani potrebbe vedere la sua liquidazione dal Milan favorendo così l'insediamento del fondo americano Elliot. Il presidente Yonghong Li, infatti, secondo quanto riporta 'La Gazzetta dello Sport', non ha versato venerdì i 32 milioni di euro prestati da Elliott per l'aumento di capitale.

Un nuovo modo di vedere la Serie A e la Serie B: scopri l'offerta! Da lunedì, quindi, l'hedge fund americano potrà mettere le mani sul club. "Sviluppi entro poche ore". Un punto che potrebbe concedere tempo extra a Yonghong Li al solo fine di produrre un "benefit" per la società Milan.

Elliott curerebbe il futuro passaggio di consegne, che non avverrebbe con una vera e propria asta, ma attraverso colloqui separati con i diversi soggetti interessati all'acquisizione del club. A parole. Perché nei fatti, nulla è arrivato al Fondo Elliott che tecnicamente può riscattare il Milan e farne ciò che più desidera.

Il Messaggero: "Brasile e Neymar ko, festa Belgio e Francia"
Al 13′ arriva il gol del vantaggio grazie a un'autogol di Fernandinho che devia nella propria porta un cross da calcio d'angolo . I verdeoro partono bene e all'ottavo minuto Thiago Silva coglie il palo colpendo il pallone con la coscia su calcio d'angolo.

Buffon, visite mediche con il Psg: ora la firma
Un sentimento condiviso da Buffon , che parla di "un grande sentimento di felicità" per aver firmato con il PSG . Queste le parole dell'ex Juve al sito ufficiale del club francese.

Decreto dignità, Confindustria all'attacco: 'Molto negativo'
I contratti a tempo determinato non potranno avere durata superiore ai 24 mesi e potranno essere rinnovati al massimo per 4 volte. Nel decreto dignità rientra poi "una norma che aiuta gli insegnati delle lauree magistrali - ha specificato Di Maio -".

Le vicende societarie del Milan acquistano, di giorno in giorno, sfumature che vanno dalla telenovela al romanzo giallo, fino alla spy-story alla Le Carré.

I tal senso i nomi sono noti: Rocco Commisso, il più vicino a chiudere nell'ultimo mese, e in stand by negli ultimissimi giorni, la famiglia Ricketts e Stephen Ross oltre a una pista non americana, asiatica o russa, con un nuovo Mister X, che nell'ultimo periodo avrebbe guadagnato parecchio terreno. E i tifosi rossoneri incrociano le dita.

Share