Thailandia, via al recupero dei ragazzini

Share

Lo scrive la Cnn e diversi media citando un testimone oculare tra i soccorritori. Lo ha reso noto il governatore Narongsak Osatanakorn, responsabile delle operazioni di soccorso. "Sono pronti e determinati", ha detto.

"Sono al sicuro e stanno abbastanza bene".

L'unica vittima fino ad oggi è stato il sergente della Marina thailandese Saman Kunan, 38 anni, un ex Navy Seal, morto nella mattina di venerdì 6 luglio a causa della mancanza di ossigeno mentre era in immersione e stava cercando di tornare al centro di coordinamento delle operazioni nella grotta. I soccorritori sperano di concludere tutte le operazioni in giornata prima che l'alzarsi del livello dell'acqua renda veramente difficile il già complesso sistema di salvataggio. I giovani sono subito stati portati in ospedale a bordo di ambulenze e con un elicottero. L'ottavo piano della struttura è stato riservato a loro, e almeno per un giorno saranno isolati tra loro e dai genitori per precauzione contro possibili infezioni. Non è chiaro se la loro richiesta sia stata accolta.

I subacquei ci avevano riprovato anche mercoledì, ma erano stati bloccati dalle forti piogge che continuavano a cadere sul nord della Thailandia. Domani dunque si ricomincia.

Brexit, c’è un piano d’accordo per il libero scambio con l’UE
Il piano preciso e dettagliato sarà reso noto ufficialmente la prossima settimana. Theresa May non intende "deludere il popolo britannico" sulla Brexit .

Russia-Croazia, quarti di finale Mondiali 2018: data, programma, orario e tv
Erano già felici per essere riusciti finalmente a superare i gironi dopo tanti fallimenti, figuriamoci adesso. Sfida Schmeichel-Subasic dal dischetto con i portieri delle rispettive squadre che parano tre rigori a testa.

Mondiali: Francia in semifinale - Ultima Ora
Subito dopo Vecino trova lo spiraglio per concludere verso Lloris , che controlla a terra con qualche difficoltà. MBAPPE' ALLA NEYMAR, FURIA URUGUAY - Brutto episodio al 67', che blocca il gioco per quattro minuti.

Dopo il salvataggio di 4 dei 12 baby calciatori intrappolati in una grotta in Thailandia avvenuto nella mattinata di domenica (ora italiana), non sono ancora riprese le operazioni per gli altri ragazzini.

"Quattro bambini hanno raggiunto la camera numero tre ed usciranno a breve dalla grotta a piedi", ha spiegato il generale Kongcheep Tantrawanit alludendo alla zona esterna della grotta dove i soccorritori hanno allestito il campo base. Per superarlo, i ragazzi, che hanno trascorso circa nove giorni senza mangiare prima di essere ritrovati lunedì, si devono immergere in uno stretto passaggio e c'è spazio per una sola persona.

Sono stanchi ma in buona salute i 4 recuperati vivi dentro la grotta: uno solo di loro si trova in condizioni serie e gravi, anche se non rischia la vita. E sarebbe difficile, anche se accompagnati, gestire quel panico sott'acqua, in quelle condizioni. Per quanto, non si sa: ogni ragazzino ha una maschera facciale a ossigeno, una muta resistente alle asperità delle rocce, guanti rinforzati per potersi tenere lungo la sagola, il filo di Arianna steso per quattro chilometri e che dovrebbe portarli fino all'ingresso principale delle cavità.

Secondo lui, altri due bambini sono sulla strada.

Share