Thailandia, salvati tutti i ragazzi e l'allenatore

Share

Ma il piano di salvataggio predisposto dai soccorritori sta avendo successo, nonostante gli inevitabili ritardi dovuti alle pause per sostituire le bombole di ossigeno necessarie per la traversata. Portati all'esterno, i ragazzi sono stati trasferiti in ospedale con un elicottero. Lo ha detto ai reporter oggi il primo ministro thailandese Prayuth Chan-ocha in un filmato diffuso su Twitter. Stando alle rivelazione di Ben Reymenants lo scorso 23 giugno i ragazzi sono entrati assieme al coach per una sorta di rito di "meditazione" e "iniziazione" e per questo avrebbero lasciato fuori scarpe e zaini per poter uscire il più in fretta possibile.

Trasportati con una barella - I primi tre ragazzini di questa giornata di operazioni sarebbero già in salvo. Una cosa descritta come complicata anche per esperti di immersione.

In Thailandia ora è questione di poche ore.

Terzo giorno di salvataggi in Thailandia
Dopo circa due ore sono usciti anche l'undicesimo e il dodicesimo ragazzo del gruppo, intrappolato da 17 giorni nella grotta . Fornisce dettagli sulle condizioni degli otto ragazzi portati finora in salvo dalla grotta che li ha quasi seppelliti.

Fotonotizia - Juve-CR7, il brindisi in Grecia con Agnelli dopo l'accordo
Resta solo da capire quanto i bianconeri dovranno pagare per il cartellino, una cifra che comunque non dovrebbe superare i 120 milioni.

Milan: Mirabelli, mercato a saldo zero
Il mercato del Milan sarà "a costo zero". "Lo sapremo solo quando avremo fatto qualche operazione in uscita ". Conteranno lavoro e idee. "Per ogni ruolo abbiamo pronti 10 nomi".

Sul posto è arrivato anche Elon Musk. Uno di loro sembra avere una infiammazione polmonare e un altro aveva, al momento del ricovero, il battito cardiaco rallentato, ma entrambi stanno migliorando, ha precisato Jedsada Chokedamrongsoo, segretario generale del ministero della salute thailandese.

È appena uscito dalla grotta Tham Luang il secondo ragazzo del gruppo di oggi, ossia il decimo complessivo dall'inizio dell'operazione.

I quattro ragazzi usciti ieri sono ancora in isolamento nell'ospedale Prachanukroh di Chiang Rai e non hanno potuto vedere e riabbracciare i genitori. Come nei giorni scorsi l'ostacolo principale è la pioggia: le pompe continuano a drenare l'acqua dai cunicoli nei quali, tra ieri e domenica, sono già passati i primi otto ragazzini accompagnati dai sub del team internazionale. Uno di essi ha anche un'infezione alla gola - riferisce il Bangkok Post - e un altro una ferita alla caviglia. "In attesa di recuperare quattro subacquei", hanno scritto i navy Seals thailandesi su Facebook.

Share