Juventus, Caldara si presenta: "Giocare con Ronaldo è uno stimolo"

Share

In attesa di presentare al mondo intero il colpo che può essere tranquillamente definito come quello del secolo, quello di Cristiano Ronaldo, la Juventus pensa a far conoscere ai suoi tifosi Mattia Caldara, acquistato dall'Atalanta dove è rimasto in prestito la scorsa stagione. Calciomercato.it vi offre le parole di Caldara in diretta testuale.

Momento importante per la tua carriera e ora giocherai con CR7? "Giocare con Ronaldo mi stimolerà molto, sono curioso di vedere come si allena e come si arriva a certi livelli per tanti".

"Il centro sportivo è di altissimo livello, ha dei campi perfetti con strutture e palestra di grande qualità. Basta vedere come si allenano Chiellini e Barzagli: così capisci perché vinci ogni anno".

SCORSO ANNO - "L'anno scorso è stato difficile, sapevo che sarei venuto qui ma ho dato tutto con professionalità e credo di aver dato tutto per l'Atalanta".

"C'è tanto entusiasmo, perché in Italia un campione così mancava da tanti anni. Sono onorato di poter giocare insieme a lui".

"Il treno della Juve passa una volta nella vita". "Mattia ha ragione, io e la mia famiglia abbiamo deciso che non ero pronto per un grande passo ed era meglio aspettare un anno e mezzo per questo cambiamento. Per arrivare qui serve una certa esperienza e avere una certa attitudine al lavoro e quindi credo sia stato giusto".

Russia '18, Il Mattino: "Dramma Brasile, la rivincita dell'Europa"
Da ieri sera conosciamo il quadro completo delle quattro semifinaliste dei Mondiali di Russia 2018 . Sono molto felice di far parte di questa squadra, sono orgoglioso di tutti.

Calciomercato Napoli Jorginho, l’italo-brasiliano sblocca Sarri al Chelsea
L'ex Verona non sarà l'unico fedelissimo da mettere a disposizione di Sarri . Nelle prossime ore potrebbe esserci, pero', un colpo di scena.

Incontro Mattarella-Salvini sull'immigrazione al Quirinale
A lume di naso appare assai improbabile che le doglianze del capo leghista non avranno sfogo. Intervista televisiva a tutto campo, in mattinata, per Luigi Di Maio.

MODELLO - "Il mio idolo fin da piccolo era Nesta, per questo ho preso il numero 13. Negli ultimi anni ho apprezzato anche Chiellini, ho un poster in camera". "Giocare insieme a lui quest'anno è un motivo d'orgoglio e già mi sta aiutando molto a cercare di parlare di più e ad aiutare i compagni perché da dietro si vede meglio l'azione".

Cosa spera di prendere da loro due?

È sempre circondato dalla famiglia e gli amici che sono anche qui oggi. "Ho sempre detto che è Mandzukic quando gioca da prima punta, perché da un punto di vista mentale e fisico mi ha sempre messo in difficoltà". "Grazie anche alla mia fidanzata e ai miei amici per il sostegno che non mi hanno mai fatto mancare". Sarò sempre debitore a lui perché ha tirato fuori cose che non pensavo neanche di avere.

Un acquisto avvenuto oltre un anno fa, ma un'avventura che ufficialmente comincia soltanto a partire da questa stagione.

Il nuovo difensore bianconero si è presentato in conferenza stampa: "E' un momento molto importante per me, ne sono consapevole, so che sono in una grande squadra e dovrò dimostrare di meritarmela". "L'anno scorso è stato difficile per me, perché sapevo di dover venire qui".

Share