Siria, ucciso in esplosione scienziato coinvolto in ricerche su armi chimiche

Share

Lo riferisce l'ong Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria (Ondus). Ma perché la morte di Eziz Esber è così importante?

Un gruppo di ribelli, "Abu Amara Brigades", ha rivendicato l'attentato. Il gruppo terroristico è un conglomerato che comprendere, su ampia scala, anche l'ex Fronte Al Nusra, la parte siriana di quello che rimane di Al Qaeda. Uomo molto vicino a Bashar al-Assad e scienziato nel centro di ricerche e studi scientifici situato nella provincia di Masyaf, Asbar è stato ucciso con una bomba nella propria auto, proprio nella provincia, nello specifico nella periferia di Hama. Il quotidiano filogovernativo Al-Watan ha confermato la sua morte in un'esplosione.

"Demolito il mio studio": la denuncia di Ai Weiwei
L'artista - reclutato in rete un gruppo di volontari - diede inizio a una serie di investigazioni sulle cause della tragedia. Critico feroce del governo, l'artista è stato costretto agli arresti domiciliari per quattro anni fino al 2015.

Inter, Perisic spaventa tutti: "Bayern Monaco? Kovac sa dove trovarmi"
Il calciomercato Inter potrebbe chiudersi con il botto: è Modric il sogno dichiarato della società nerazzurra che negli ultimi giorni di trattative dovrà guardarsi anche dai possibili assalti a Ivan Perisic che in una recente intervista ha parlato di una possibile esperienza in Liga o Premier League.

Test Budapest, day 1: Giovinazzi primo con record della pista
Il pilota italiano oggi ha preso il volante della SF71H per la prima della 2 giorni di test in-season della stagione in Ungheria. Il gran tempo di Giovinazzi , tuttavia, non potrà essere omologato, essendo stato realizzato durante una sessione di test .

Secondo quanto riporta invece l'Osservatorio siriano dei diritti umani, l'attentato è stato compiuto sabato sera per motivi legati all'assidua vicinanza dello scienziato con i regimi di Teheran e Damasco, il che conterrebbe il ruolo di antagonisti dei gruppi fondamentalisti di matrice sunnita (mentre Iran e Siria sono storicamente di tradizione sciita).

Il centro di ricerche militari di Masyaf era stato colpito lo scorso settembre da un attacco missilistico israeliano. E anche questa volta, fonti governative sostengono, anche sono ancora ufficialmente, che nell'uccisione dello scienziato sia coinvolta l'intelligence israeliana. Gli Stati Uniti hanno accusato l'istituto di cui era a capo, di contribuire allo sviluppo di gas sarin e di essere incaricato della produzione di armi chimiche, anche se il regime siriano ha sempre negato.

Share