Treno investe famiglia, la mamma ha cercato invano di salvare i figli

Share

Orrore a Torino. Una donna ha raccontato di essere stata segregata in casa e violentata dal figlio, vittima probabilmente di allucinazioni dovute all'uso del crack. La donna non ha esitato a denunciare il figlio che, successivamente, è stato arrestato con l'accusa di abuso sessuale. Sul caso, anticipato dalle pagine locali del quotidiano La Stampa, stanno indagando la polizia e la procura.

Il giovane, quando è stato interrogato, si è professato innocente e non ha dato alcuna spiegazione.

La donna è stata medicata al Sant'Anna, il figlio è in carcere in via cautelativa. È la denuncia di una donna torinese 50enne: "Mio figlio mi ha violentata per ore", ha detto alla polizia che lei stessa ha chiamato non appena il suo presunto aggressore si è placato.

Siria, ucciso in esplosione scienziato coinvolto in ricerche su armi chimiche
Ma perché la morte di Eziz Esber è così importante? Un gruppo di ribelli, "Abu Amara Brigades", ha rivendicato l'attentato. Il centro di ricerche militari di Masyaf era stato colpito lo scorso settembre da un attacco missilistico israeliano.

Meteo, torna l'allerta caldo: 12 città con il bollino rosso
Ieri una coppia è stata centrata in pieno da una saetta mentre pranzava sotto un albero del parco di Monte Urpinu, a Cagliari. Una situazione che dovrebbe rimanere immutata fino a sabato 11 agosto, quando cesseranno le precipitazioni serali e notturne.

Extra Juve- Vidal dice no all’Inter, si inserisce il Barcellona
Il desiderio di ritornare in Italia ha drizzato le antenne di molte squadre della Serie A . Conferme dalla Spagna: sfuma l'ipotesi Arturo Vidal per il centrocampo dell'Inter .

I bambini, di 12 e 6 anni, sono morti sul colpo mentre la mamma è ricoverata in coma, in gravi condizioni presso l'ospedale Riuniti di Reggio Calabria. "Ho cercato di fermarlo, ma lui mi ha minacciata".

Alla polizia, la donna ha raccontato i dettagli di quelle lunghe ore di prigionia. L'avvocato Roberto Franco, che difende l'arrestato, ha invece respinto ogni accusa nel corso dell'udienza di convalida dell'arresto. Sembrava un altro, non era mio figlio. "Solo adesso sono riuscita a liberarmi e a chiedere aiuto". Mi ha immobilizzata e abusata. La donna, separata dal marito, dal quale aveva avuto i due bambini che sono deceduti nell'incidente, é una casalinga, vive a Milano ed era venuta in vacanza a Brancaleone insieme ai due figli ed al convivente, originario proprio di Brancaleone e che fa l'insegnante nel capoluogo lombardo.

Share