Disastro di Genova, seconda vittima in provincia

Share

Intanto si sta mobilitando anche la politica.

Tra le vittime causate dal crollo di ponte Morandi risula esserci Vincenzo Licata, 58 anni, nato ad Agrigento. Anche il ministero delle Infrastrutture ha aperto un'inchiesta.

"La tragedia di Genova - scrive nel suo editoriale Le Figaro - non sarebbe stata certamente così grave se l'alternativa contenuta in un rapporto redatto nel 2009 su richiesta della società Autostrade controllata dalla holding Atlantia della famiglia Benetton fosse stata realizzata".

"Un errore umano". È convinto il procuratore di Genova Francesco Cozzi che ieri ha compiuto un sopralluogo nella zona del crollo. Stavano rientrando in Italia dalla Francia anche due autotrasportatori romeni. Accertata anche la presenza di tre cittadini cileni tra i deceduti.

Читайте также: Milan, si pensa ancora a Rabiot

Fonti non ufficiali ma attendibili, poi, raccontano di Marta Dinisi, 29 anni infermiera dell'ospedale di Alessandria rimasa fra le macerie. Le autorità di Lima invece hanno indicato il decesso di un 27enne che viaggiava con la fidanzata italiana, pure morta. "A ponente abbiamo aperto il parcheggio di interscambio gratuito a Prà e ci sarà da lì una linea di bus gratuita che da Sestri arriverà all'aeroporto e poi a Genova centro fino alle stazioni di Principe e Brignole". Quattro persone sono state estratte vive da sotto le macerie. Sul posto arrivano i vigili del fuoco, Carabinieri e polizia mentre sui social diventa virale un video in cui si vede il pilastro del ponte che viene giù e si sente un uomo che grida "Oh mio dio". Dopo una notte di scavi e ricerche da parte di vigili del fuoco il bilancio delle vittime del crollo del viadotto supera i quaranta morti. E' caduto sul fiume e sulla ferrovia, sono scioccato. Si tratta dell'area Amiu di Campi che funzionerà come deposito di stoccaggio provvisorio.

Ci sono ancora però altri corpi che non sono stati identificati e nonostante si continui a scavare senza sosta vi è ormai poca probabilità di trovare superstiti. Deciso il lutto nazionale. Secondo la Protezione civile al momento del crollo, sul ponte Morandi erano in transito una trentina di veicoli e dieci mezzi pesanti. Il premier Giuseppe Conte ha riunito il 15 agosto nella Prefettura di Genova un Consiglio dei ministri straordinario, con Luigi Di Maio, Matteo Salvini e Danilo Toninelli. Ma i filmati in sé non dimostrano alcun che.

Il giorno dei funerali delle vittime, ancora da definire, sarà una giornata di lutto nazionale.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2019 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Share