Crollo ponte Genova, Toninelli: "Inviata a Autostrade lettera con revoca concessione"

Share

Nessuna retromarcia dopo gli annunci dei giorni scorsi sulla possibile revoca della concessione ad Autostrade a seguito del crollo del ponte Morandi di Genova (IL LIVEBLOG). "Schifo e vergogna. Sciacallo". Non sono ancora passate 48 ore dalla tragedia del ponte Morandi, ma già il governo Lega-5Stelle ha trovato i colpevoli e li vuole punire. "A me la campagna non l'ha pagata Benetton e sono libero di rescindere questi contratti", ha detto Di Maio dopo un vertice con il premier Giuseppe Conte in Prefettura a Genova.

Parole gravi quelle dell'esecutivo e non senza conseguenze. Le azioni della società che controlla Autostrade per l'Italia cedono il 25% a 17,57 euro.

Dal punto di vista formale, la revoca della concessione, comunque, è possibile, anche se sicuramente è anche complessa e costosa. La pesante seduta di Piazza Affari ha fatto scendere anche l'indice Ftse Mib a -1,53%, mentre lo spread sale a quota 280.

Considerato che nell'ultimo anno gli utili di Autostrade per l'Italia sono stati pari quasi a un miliardo di euro, per l'esattezza 968 milioni, e che la concessione scade tra 24 anni, l'indennizzo si aggirerebbe, appunto, intorno ai 20 miliardi.

L'annullamento è un potere straordinario che spetta al governo in caso di atti illegittimi che mettono in pericolo l'unità dell'ordinamento italiano. Tra queste, anche l'articolo 9-bis, che prevede in caso di cancellazione un "importo corrispondente al valore attuale netto dei ricavi della gestione, prevedibile dalla data del provvedimento di decadenza sino alla scadenza della concessione, al netto dei relativi oneri, investimenti e imposte nel medesimo periodo". In proposito, va notato come il ponte crollato facesse parte di uno snodo cruciale della rete, e la concessione andrebbe riletta anche per capire se lo Stato può nominare un commissario ad acta anziché lasciare che sia il concessionario a gestire la rimodulazione della viabilità.

Vertici Autostrade per l'Italia sono responsabili: si dimettano
"Il crollo del ponte Morandi è figlio di tutti i trattamenti privilegiati e delle marchette fatti ad Autostrade per l'Italia ". Il vicepremier è fiducioso che, vista la situazione, lo Stato non dovrà risarcire nulla agli azionisti di Atlantia .

Lazio-Napoli: come vederla gratis e correttamente su DAZN
Sarà possibile vedere le partite in tv o utilizzando tablet, smartphone e altri supporti elettronici di ultima generazione. All'abbonato a Sky in possesso di Sky Q basterà quindi scaricare l'applicazione Dazn , abbonarsi e vedere le partite.

Truffa biglietti per lo stadio Daspo per otto bagarini
Il questore di Palermo ha emesso 7 provvedimenti di Daspo, il divieto di assistere a manifestazioni sportive, da 3 fino a 8 anni, a carico di otto persone.

"Una mossa di questo tipo non sarebbe finanziariamente realizzabile, in quanto l'Anas (cioè lo Stato) dovrebbe pagare miliardi ad Atlantia", sostengono gli analisti di Intermonte, che ricordano come "il contratto di concessione potrebbe aiutare a proteggere Atlantia" visto che, in caso di revoca, "stabilisce il diritto al risarcimento per Autostrade per l'Italia".

"Tutti i concessionari convocati a settembre" - Ma c'è solo il tema della concessione ad Autostrade per l'Italia. Sono anni che i nostri parlamentari, guidati dal nostro senatore e sottosegretario Andrea Cioffi, ad ogni legge di bilancio hanno provato a fermare le marchette ai concessionari autostradali. Ma a proposito dell'enormità, c'è un quesito meno ambizioso che vorrei porre: perché la proroga di una concessione di così grande rilievo, le cui clausole dovrebbero essere rivedibili anche per verificarne l'adeguatezza, era stata inserita a suo tempo nel decreto milleproroghe?

Il Ministero delle Infrastrutture ha annuncia l'istituzione di una 'Commissione ispettiva per svolgere verifiche e analisi tecniche sul crollo del Viadotto Polcevera' a Genova, 'primo atto con cui questo Ministero intende fare luce sull'accaduto e avviare tutti gli accertamenti necessari, nel rispetto del contraddittorio con le parti interessate, per la contestazione di eventuali inadempienze del concessionario', Autostrade per l'Italia.

E sono tanti gli analisti che esprimono dubbi sulla possibilità di revocare la concessione ad Autostrade per l'Italia.

Share