Addio a Vincino, cinquant'anni di vignette e satira politica

Share

È morto a 72 anni Vincino, storico vignettista tra i fondatori de "Il Male", per anni collaboratore del Corriere della Sera. Forse per quella strana strada che è la vita che lo aveva portato dagli inizi con "Lotta Continua" agli ultimi anni con "Il Foglio". Durante l'anno della contestazione giovanile nel 1968 milita in Lotta Continua a Palermo. Nel 1972 viene chiamato a Roma al giornale "Lotta continua", dove resta fino al 1978, quando fonda e dirige "L'avventurista", inserto satirico del giornale del movimento.

La nascita de "Il Male" In quell'anno partecipò alla nascita della rivista "Il male", di cui sarà direttore per quattro anni (dei cinque in cui venne pubblicata), fino alla chiusura, nel 1982. Tra il 1984 e il 1985 è stato direttore di Ottovolante, quotidiano di satira cui hanno collaborato diversi vignettisti: Roland Topor, Andrea Pazienza, Guido Buzzelli, Bernard Willem Holtrop, Jean-Marc Reiser, Jacopo Fo. Nel 1985 incomincia a collaborare a Telelora con un ciclo televisivo chiamato 'Patate´, otto trasmissioni di satira politica. Nello stesso anno disegna strisce e vignette per "Il Clandestino", supplemento de "L'Espresso", e contemporaneamente con "Tango", supplemento de "L'Unità", e con "Linus". Sempre nel 1987 inizia una lunga collaborazione con il Corriere della Sera. Nel 1988 esce Cuore e Vincino ne diventa una delle colonne portanti fino alla chiusura. Nel 1987 nasce sua figlia Costanza e nel 1990 la seconda figlia Caterina.

Juventus, Allegri: "Ronaldo? I centrocampisti avrebbero dovuto..."
Subito avanti i bianconeri, rete di Khedira in mischia sugli sviluppi di un punizione battuta da Pjanic . E' il nono minuto e gli ospiti hanno un'altra occasione clamorosa per raddoppiare.

Bekaert, Sting davanti ai cancelliE gli operai cantano con lui
Proprio domani, 19 agosto, l'azienda riapre dopo la pausa estiva: rientreranno i manutentori e luned riprender la produzione, "24 ore al giorno, sette giorni su sette", conclude Beccastrini.

Genova, 39 vittime confermate. Ma si scava ancora
Nicolò Anselmi, vescovo ausiliare dell'arcidiocesi di Genova , esprime la sua preoccupazione per il crollo di ponte Morandi . Saremo giudicati sui fatti e tra qualche mese verificheremo con i cittadini se saremo conseguenti a quanto annunciato".

La laurea in architettura "È stato la nostra speranza, il nostro specchio, la nostra risorsa d'acqua e di alcol e di fumo", è il saluto che campeggia sul sito de "Il Foglio", il primo a dare la notizia della sua scomparsa. Nell'ottobre del 2011, insieme con Vauro Senesi, rifonda la storica rivista di satira 'Il Male´, che dura due anni. Attualmente, collabora con Il Foglio e Vanity Fair. Il disegnatore satirico ha postato sui social una vignetta in cui ritrae se stesso in lacrime mentre si rivolge al collega: "Hai disegnato i grandi mostri della politica italiana.e mi hai lasciato solo con i mostriciattoli!". "Vincenzo Gallo, per tutti Vincino, era malato da tempo ed è morto a Roma", ha scritto Claudio Cerasa, il direttore del "Foglio", giornale con il quale Vincino ha collaborato fino all'ultimo.

Share