MotoGp Silverstone: griglia di partenza: Lorenzo in pole, Rossi 11°

Share

Nella scorsa stagione le qualifiche furono un vero e proprio duello fra la Honda e la Yamaha e un dominio praticamente assoluto dei centauri iberici con due sole interruzioni, entrambe firmate da Johann Zarco.

PIEDE GIUSTO Andrea Dovizioso chiude quindi il Venerdì di prove libere davanti a tutti, siglando un tempo di 2.01.385 che gli vale la testa della classifica provvisoria.

Caldo e afa fino a venerdì; week end fresco
Al Nord temporali isolati sulle Alpi lombarde e sull'Alto Adige. Infine il ciclone autunnale e' atteso tra sabato e domenica.

Ilva, Di Maio: da parere Avvocatura forti criticità
L'Avvocatura ha rilevato nella procedura di vendita qualche imperfezione, ma niente di così grave o importante da pregiudicarne la validità.

WEC 6 Ore di Silverstone, altra vittoria per Alonso
Il due volte iridato del Circus si è detto pienamente soddisfatto del lavoro svolto da Toyota in queste prime gare. Sulla Ts050 #7 la parte anteriore del pattino si è piegata di 9 mm su entrambi i lati sotto il carico dei 2.500 N.

Le pessime capacità drenanti del nuovo asfalto di Silverstone hanno purtroppo causato un grave incidente durante la FP4. Lo spagnolo Jorge Lorenzo ha conquistato la pole, su una pista in parte bagnata, col tempo di 2'10 "155, precedendo di 155 millesimi Andrea Dovizioso". La pista britannica sembra adattarsi bene alle caratteristiche della Yamaha e il Dottore già nelle prove ha dimostrato di poter avere un buon passo per stare con i primi della classe. Prima della rabbia per un cambio moto fallito miseramente e che ha impedito di accomodarsi in seconda fila e prima anche del piacere di guidare. Una decisione presa in considerazione delle previsioni meteo sfavorevoli per domani nella zona del circuito. Bene anche per Alvaro Bautista, fresco dell'annuncio del suo passaggio in Superbike nel Team ufficiale Ducati per la prossima Stagione, che rientra al box dopo le FP2 con il decimo miglior crono di sessione.

A proposito di italiani, nella top ten c'è pure Iannone con la sua Suzuki. Quando lo spagnolo era ancora a terra, è stato centrato dalla Honda di Morbidelli, anche lui scivolato nello stesso punto. "Dobbiamo considerare tutto questo, la Direzione Gara deve vedere in che condizioni corriamo e valutare, ma loro hanno tanta esperienza e so che prenderanno la decisione più appropriata".

Share