Vuelta: nona tappa a King. Yates nuovo leader della corsa

Share

"Il nostro Fabio Aru è 11° a 1'08" da Yates. Brutta giornata invece per Michal Kwiatkowski, che una caduta ha tagliato fuori nel difficile finale, facendogli perdere mezzo minuto e anche la possibilità di lottare per i piazzamenti di spicco, il che ha pesato moltissimo sulla perdita del primato per il polacco in questa graduatoria.

Rigoberto Uran è stato uno dei migliori sul primo arrivo in salita importante, e a differenza del connazionale Quintana si difende bene a cronometro; anche per lui sarebbe importante fare una bella Vuelta dopo essersi ritirato dal Tour per problemi fisici. La Lotto Jumbo ha poi preso in mano la situazione per cercare di pilotare Van Poppel, ma il finale al 4-5% si è rivelato più adatto ad altri tipi di corridori piuttosto che ai velocisti puri. Valverde si è aggiudicato una bellissima frazione della corsa a tappe spagnola. Il gruppo li ha lasciati andare e i tre battistrada hanno raggiunto un vantaggio massimo di 12 minuti.

Napoli, Ancelotti: "Ancora presto per pensare alla classifica"
Dobbiamo cercare di avere un altro atteggiamento , soprattutto all'inizio. Ma bisogna cambiare atteggiamento dai primi minuti. Invece il problema è stato l'atteggiamento .

Ferragni-Fedez: sposi a Noto tra musica, fiori, panelle e arancine
Chiara, avvolta in un abito Dior , e Fedez , in Versace , erano molto emozionati. In abito lungo rosa le damigelle , creazione di Alberta Ferretti .

Europa League, Gasperini: "Favola Atalanta? Vogliamo diventare un romanzo"
Il non ancora 20enne attaccante originario del Gambia si ripete cinque minuti più tardi (97'), ma stavolta spara alto. Al 106', ancora danesi pericolosi, con Fischer fermato da un intervento superlativo di Palomino che vale come un gol.

"La nona tappa della Vuelta a España, la Talavera de la Reina-La Covatilla (200,8 km) va allo statunitense Ben King (Dimension Data) che bissa il successo della quarta frazione staccando i suoi dieci compagni di fuga e trionfando su Mollema (a 48") e Teuns (a 2'38"). L'azzurro Elia Viviani cerca il secondo successo alla Vueltà 2018 e ha tutta l'aria di voler riscattare il terzo posto di due giorni fa. Anche in questo caso è lo spagnolo Mate Mardones a transitare per primo, conquistando così altri cinque punti che gli permettono di allungare decisamente nella classifica dei Gpm. Sarà una tappa importante e un nuovo test che potrebbe cambiare le posizioni in classifica, decidendo non chi vincerà ma sicuramente chi non vincerà questa corsa. Dopo un breve falsopiano, inframmezzato dal più abbordabile Alto de Gredos, di terza categoria (4.6 Km al 4.9%), ecco la terza salita, il Puerto de Peña Negra (seconda categoria, 11,7 chilometri al 4,7%).

Share