Migranti, Juncker annuncerà polizia di frontiera Ue

Share

Una polizia di frontiera europea di circa 10mila uomini con capacità di sorveglianza sul territorio europeo e poteri di partecipazione ad operazioni di rimpatrio dei migranti.

Nel progetto che verrà illustrato da Juncker è prevista una blindatura dei confini europei, sia in termini fisici di fronte ai flussi migratori, che sul fronte Internet e social network, per quanto riguarda le possibili interferenze esterne sui processi elettorali.

La Commissione europea ha intenzione di approvare mercoledì un progetto di legge per creare, per la prima volta, una vera polizia di frontiera europea, rendendo di fatto il controllo dei flussi migratori irregolari in entrata nel Vecchio Continente una competenza comunitaria. Il progetto legislativo dovrebbe essere annunciato dal presidente dell'esecutivo comunitario Jean-Claude Juncker terrà mercoledì 12 settembre a Strasburgo.

Starbucks, lunghe code a Milano
"Sono onorato - dichiara Alberto Marchetti - di essere stato scelto da Starbucks per rappresentare il gelato italiano". Nel mondo ci sono solo altre due Starbucks Reserve Rostery come quella italiana, a Seattle e a Shangai.

Starbucks sfida il caffè italiano
L'obiettivo è sfidare i quasi 150 mila bar presenti in Italia con una specie di boutique del caffè . La notizia del primo Starbucks in Italia ha avviato anche una polemica.

Febbre del Nilo: un caso sospetto a Grado
La ditta Saneco è stata accompagnata sul luogo della disinfestazione per il Virus West Nile dal vice comandate Roberto Ferrari . Nel 1996 si è avuta un'epidemia in Algeria e due anni dopo un'altra in Romania.

La proposta non è nuova.

La proposta relativa alla creazione di una forza di polizia alle frontiere europee è sul tavolo ormai da alcuni anni, ma non si è mai concretizzata dal momento che la sua istituzione implica che gli Stati membri cedano una parte della loro sovranità all'Ue. "Servono azioni immediate. Le misure che presenteremo (trasformazione dell'Agenzia delle guardie di frontiera e guardacoste, Frontex, in una vera e propria polizia europea) vanno in questa direzione", aveva spiegato il commissario anche in vista del vertice di Salisburgo del 20 settembre dove è attesa una svolta sulle modifiche della missione Sophia, anche alla luce del pressing italiano.

Share