Elezioni politiche in Svezia: l'estrema destra avanza ma non sfonda

Share

Jimmie Akesson non riesce a stare fermo sul palco, mentre parla ai suoi sostenitori in festa. "È il punto di partenza naturale per la discussione", ha detto.

Sono i socialdemocratici ad essere ancora una volta il primo partito svedese nonostante una discreta flessione che tuttavia era stata anticipata nei sondaggi.

"I democratici svedesi nazionalisti, portati da molti a diventare la seconda forza politica del paese, si sono piazzati al terzo posto dopo il voto di ieri, il che significa che i principali partiti possono, almeno in teoria, formare un governo senza la necessità di includere i populisti anti-UE". I seggi sono stati ripartiti nel seguente modo: 144 per il centro-sinistra, 143 per il centro-destra, 62 per il partito di estrema destra.

CALCIO DI SICILIA: Siracusa, Team Manager morto in incidente stradale. Ferito Gomis
Ferite al collo e lieve trauma cranico per il calciatore, niente da fare invece per Artale . Sulle cause dell'incidente stradale, la procura di Siracusa ha aperto una inchiesta.

Previsioni meteo a Firenze per il 7, 8 e 9 settembre
Tempo in peggioramento al Nord, con piogge e temporali sparsi ad iniziare dal pomeriggio. Venti: Orientali lungo la fascia costiera e collinare, occidentali altrove.

Champions in tv: le partite della Rai
Per ciascun turno della fase a gironi della Champions League la Rai trasmetterà la partita di una delle quattro squadre italiane. I giorni di disputa dei match non sono cambiati, saranno sempre il martedì e il mercoledì .

Le due coalizioni sono praticamente appaiate: il blocco di centrosinistra tocca il 40,6% e l'Alleanza di centrodestra è al 40,3% Risultati deludenti anche per i conservatori che perdono tre punti percentuali in quattro anni e non vanno oltre il 19,7%. In primis gli ex comunisti, Sinistra, che secondo gli exit poll hanno quasi raddoppiato il loro ultimo risultato e si sono aggiudicati tra il 9 e il 9,8%. "Sta ora ai partiti politici cooperare responsabilmente e creare un governo forte", perché "un partito con radici naziste non potrà mai offrire nulla di responsabile", ha detto il leader dei socialdemocratici, che vuole guidare il paese fino alla formazione di un nuovo governo. Avanzano anche i centristi, i cristiano-democratici e, anche se di pochissimo, i liberali. Dunque, nessuna sorpresa salvo la crescita dei Democratici Sevedesi, un partito di destra con tendenze populiste che totalizza il 17,6% aumentando di 4,7 punti rispetto alle ultime elezioni politiche del 2014. La Svezia, che ha il 18,5% di abitanti nati all'estero, ha registrato 400mila richieste di asilo dal 2012, un flusso che ha fortemente saturato i suoi centri di accoglienza per i rifugiati, servizi sociali e alloggi.

Le limitazioni non hanno evidentemente saputo arginare un sentimento diffuso di crescente esasperazione.

Il futuro governo di Stoccolma è al momento un enigma se si escludono accordi con la destra populista.

Share