Elezioni politiche in Svezia: l'estrema destra avanza ma non sfonda

Condividere

Jimmie Akesson non riesce a stare fermo sul palco, mentre parla ai suoi sostenitori in festa. "È il punto di partenza naturale per la discussione", ha detto.

Sono i socialdemocratici ad essere ancora una volta il primo partito svedese nonostante una discreta flessione che tuttavia era stata anticipata nei sondaggi.

"I democratici svedesi nazionalisti, portati da molti a diventare la seconda forza politica del paese, si sono piazzati al terzo posto dopo il voto di ieri, il che significa che i principali partiti possono, almeno in teoria, formare un governo senza la necessità di includere i populisti anti-UE". I seggi sono stati ripartiti nel seguente modo: 144 per il centro-sinistra, 143 per il centro-destra, 62 per il partito di estrema destra.

FABIAN, Può debuttare contro i viola: "Non vedo l'ora"
Il Napoli ha fatto un grande sforzo sborsando 30 milioni per me e ora devo ripagarlo in campo. Il passaggio da Setien ad Ancelotti non lo ha affatto turbato: "Sono due grandi allenatori".

È morto Mac Miller, rapper ex fidanzato di Ariana Grande
Il musicista, il cui ultimo album è uscito ad agosto, aveva parlato apertamente dei suoi problemi di tossicodipendenza . Si chiamava Malcolm James McCormick e aveva fatto centro già con il suo primo album Blue slide park nel 2011.

Nations League, Italia di rigore: finisce in parità contro la Polonia
La reazione degli azzurri non arriva e la Polonia amministra il risultato senza problemi. 0-1 e Italia smarrita all'intervallo. Contatto dubbio, per l'arbitro è rigore e dal dischetto Jorginho spiazza Fabianski , incrociando il destro.

Le due coalizioni sono praticamente appaiate: il blocco di centrosinistra tocca il 40,6% e l'Alleanza di centrodestra è al 40,3% Risultati deludenti anche per i conservatori che perdono tre punti percentuali in quattro anni e non vanno oltre il 19,7%. In primis gli ex comunisti, Sinistra, che secondo gli exit poll hanno quasi raddoppiato il loro ultimo risultato e si sono aggiudicati tra il 9 e il 9,8%. "Sta ora ai partiti politici cooperare responsabilmente e creare un governo forte", perché "un partito con radici naziste non potrà mai offrire nulla di responsabile", ha detto il leader dei socialdemocratici, che vuole guidare il paese fino alla formazione di un nuovo governo. Avanzano anche i centristi, i cristiano-democratici e, anche se di pochissimo, i liberali. Dunque, nessuna sorpresa salvo la crescita dei Democratici Sevedesi, un partito di destra con tendenze populiste che totalizza il 17,6% aumentando di 4,7 punti rispetto alle ultime elezioni politiche del 2014. La Svezia, che ha il 18,5% di abitanti nati all'estero, ha registrato 400mila richieste di asilo dal 2012, un flusso che ha fortemente saturato i suoi centri di accoglienza per i rifugiati, servizi sociali e alloggi.

Le limitazioni non hanno evidentemente saputo arginare un sentimento diffuso di crescente esasperazione.

Il futuro governo di Stoccolma è al momento un enigma se si escludono accordi con la destra populista.

Condividere