Tutti pazzi per Edoardo, il figlio di Alberto Angela

Share

Edoardo Angela, figlio di Alberto Angela e nipote di Piero Angela, è ancora più bello di suo padre.

Da quando l'immagine del 19enne è stata postata sui social, l'ormone femminile si è risvegliato all'improvviso e Twitter è stato invaso da post e commenti di grande apprezzamento. Non sono mancate proposte di matrimonio e c'è pure chi vorrebbe farlo diventare patrimonio dell'Unesco: "Facciamo una petizione per far diventare patrimonio italiano il figlio di Alberto Angela, così poi ce lo deve mostrare e descrivere in una puntata dei suoi programmi".

Si narra che il figlio di Alberto Angela, conosciuto anche con il nome di Edoardo Angela, sia un puro dio greco. Da qualche anno, infatti, il conduttore Rai è sulla bocca di tutti (e in particolare: di tutte) in qualità di conclamato sex-symbol. Così è bastato un primo piano del ragazzo (occhi azzurrissimi, capelli spettinati, sorriso rassicurante), rimbalzato da un account social all'altro, per trasformarlo - suo malgrado - nel "personaggio" più chiacchierato (e amato) delle ultime ore.

Siria, stampa: Turchia ha proposto evacuazione ribelli da Idlib
Il nulla di fatto nel trilaterale tra Russia , Iran e Turchia non facilita la situazione che sembra destinata a peggiorare giorno dopo giorno.

Previsioni meteo a Firenze per il 7, 8 e 9 settembre
Tempo in peggioramento al Nord, con piogge e temporali sparsi ad iniziare dal pomeriggio. Venti: Orientali lungo la fascia costiera e collinare, occidentali altrove.

Marc Marquez vuole fare pace con Valentino Rossi
Spero che da oggi avrò più fortuna! L'ho visto guidare in pista, e il problema è che stacca pure forte, quindi è anche difficile da passare.

Sembrerebbe che la famiglia Angela non stenti a trovare estimatori. Gli scatti di Edoardo Angela si diffondono su Instagram e gli utenti impazziscono come per il padre Alberto e il nonno Piero.

Classe 1999, studente, Edoardo, frutto di "geni geniali", al momento non sembra avere nessuna intenzione di mettersi in pari con gli altri "figli di".

Share