Usa, in arrivo l’uragano Florence: evacuato un milione di persone

Condividere

L'uragano Florence, che ha raggiunto la quarta categoria d'intensità, continua a imperversare sulla costa orientale degli Stati Uniti, riferisce Interfax. Entrambi, inoltre, hanno venti massimi superiori ai 117 chilometri orari.

L'uragano Hurricane spaventa gli Stati Uniti d'America, evacuate 1,5 milioni di persone.

- si chiamano TIFONI gli uragani delPacifico occidentale, ad Ovest del 180° meridiano, quelli verso l'Asia per intenderci. Del resto è un ciclone capace di provocare un disastro: per questo le autorità hanno già ordinato a oltre un milione di persone di abbandonare la proprie case.

Spray peperoncino su spettatori concerto
Al concerto del trapper Sfera Ebbasta a a Mondovì (Cuneo) è tornata la pericolosa usanza di spruzzare spray al peperoncino .

Napoli, guai per Ancelotti: infortunio al ginocchio per Chiriches
Sembra infatti che la rottura del crociato non sia più solo un'ipotesi, ma sia la diagnosi reale sul ginocchio del calciatore. Il difensore azzurro sarà accompagnato dal Responsabile dello staff medico del Napoli , Dottor Alfonso De Nicola.

Cento passeggeri in quarantena su un volo Dubai-New York
Intanto, anche il sindaco newyorkese, Bill De Blasio , ha confermato lo stato di quarantena del velivolo. Questa la decisione dopo che alcuni passeggeri si sono sentiti male a bordo.

Benché dovrebbe raggiungere le coste tra mercoledì e giovedì, Florence è un gigante da come appare nelle impressionanti immagini del suo occhio e viaggia sopra l'oceano a oltre 200 chilometri orari.

Era da 60 anni che la East Coast degli Stati Uniti non si vedeva costretta a fare i conti con un uragano dell'intensità di Florence, lo spauracchio che a breve si abbatterà con violenza inaudita sugli Usa. Le autorità della Carolina del Nord hanno ordinato le prime evacuazioni sull'isola di Hatteras e, a partire da oggi, nella regione turistica costiera di Outer Banks. Nella città portuale di Charleston, i dipendenti municipali hanno ispezionato il drenaggio delle acque piovane e le fognature, mentre gli abitanti del posto si rifornivano di scorte e compensato per proteggere le finestre. In tanti hanno riempito anche sacchi di sabbia per impedire all'acqua di invadere le loro case. Un anno dopo le tempeste storiche che hanno devastato la costa del Golfo e Porto Rico lo scorso anno, i funzionari hanno avvertito di non sottovalutare la minaccia della tempesta.

A breve saranno diramate evacuazioni anche lungo le coste del Stato dove si temono mareggiate devastanti (oltre all'innalzamento del livello del mare) e piogge torrenziali ( si prevedono localmente anche oltre 1000 mm di pioggia in 36 ore).

Condividere