Prezzo benzina, Bitonci: primo taglio accise in vista

Share

Sulle accise sulla benzina "presenteremo martedì una proposta che, peraltro, Matteo Salvini già conosce". Ad assicurarlo è il sottosegretario all'Economia, Massimo Bitonci, in un'intervista al Messaggero. Ma per sapere di quanto saranno tagliate è ancora presto: "Stiamo ancora facendo i conteggi". Ancora non è chiaro quali accise verranno riviste, l'idea è comunque di puntare ad un taglio di quelle più datate nel tempo - alcune risalgono alla guerra in Eitopia, altre alla tragedia del Vajont del 1963 o all'alluvione di Firenze del 1966 - che potrebbe portare ad una riduzione nel prezzo dei carburanti fino a 10 centesimi al litro. Soltanto pochi giorni fa, come riportato da Il Messaggero, Salvini aveva dichiarato che il taglio delle accise sulla benzina "era nel programma della Lega e del centrodestra". Ci sarà una misura sulle aliquote Irpef per il 2019. Poi per il 2020-2021 ci ha chiesto di preparare una flat tax" annuncia Bitonci nel colloquio con Andrea Bassi circa il pacchetto fiscale per la prossima manovra - "La manovra è in fase di scrittura, dobbiamo tenere conto delle risorse disponibili: "proporremo una riduzione della prima aliquota dal 23% al 22%".

Dopo le dichiarazioni del Ministro dell'Interno Matteo Salvini sul taglio delle accise sulla benzina, arrivano altre conferme a riguardo. "Sarà un primo segnale".

MANCINI, Giovani in difficoltà se non giocano al top
Che noi dobbiamo cercare di essere più propositivi è anche possibile, ma stiamo cercando di farlo. Può tornare ad essere quello di Bergamo e di inizio avventura all'Inter.

Migranti, Juncker annuncerà polizia di frontiera Ue
Il progetto legislativo dovrebbe essere annunciato dal presidente dell'esecutivo comunitario Jean-Claude Juncker terrà mercoledì 12 settembre a Strasburgo.

Narcos, scoperta fossa comune
Il procuratore di Stato Jorge Winckler ha detto che i teschi e altri resti umani si trovavano nella fossa da almeno due anni. Un testimone ha parlato di centinaia di persone sepolte clandestinamente in quel luogo.

Allo studio, annuncia ancora Bitonci, ci sono inoltre "due ipotesi, una ulteriore riduzione delle aliquote Irpef oppure una flat tax progressiva". I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti. "Applicheremo l'aliquota del 15% fino a 65mila euro, poi ci sarà un'aliquota incrementale del 5% fino a 100mila, si pagherà cioè sulla parte che supera i 65mila euro". Non credo che l'Europa ponga tutti questi vincoli.

Share