Sconfigge la leucemia a 8 anni, ma non può stare in classe

Condividere

Si sfoga suo padre, appellandosi alla possibilità di far frequentare regolarmente la scuola a suo figlio.

La vicenda è stata riferita da un medico di Castelfranco Veneto (Treviso), Oriana Maschio, con un post su Facebook riportato dal Gazzettino.

IL POST SU FACEBOOK DELLA DOTTORESSA "Sono stordita". Sulla vicenda, che ha fatto esplodere l'ennesima polemica sulle vaccinazioni, il procuratore Giuseppe Ferrando ha aperto un'inchiesta dopo l'esposto presentato dal padre del bambino.

Marconi, nuovo sciopero Ryanair: voli a rischio
I sindacati chiedono che la compagnia low cost irlandese rispetti i contratti nazionali. In Italia , ha aggiunto il sindacalista, incroceranno le braccia anche i piloti.

In Russia quasi 300 arresti per le proteste contro l'età pensionabile
Sono stati 839 gli arrestati . 291, finora, le persone fermate dalla polizia a Mosca per aver partecipato alle manifestazioni. Secondo l'organizzazione OVD-Info , i fermi sono avvenuti soprattutto a Ekaterinburg negli Urali e Omsk in Siberia.

Spray peperoncino su spettatori concerto
Al concerto del trapper Sfera Ebbasta a a Mondovì (Cuneo) è tornata la pericolosa usanza di spruzzare spray al peperoncino .

Ha 8 anni, la sorellina di due anni più grande gli ha donato il midollo osseo salvandogli la vita. Il bimbo, accompagnato dai genitori, è stato tenuto lontano dagli altri bambini vaccinati e ha seguito l'attività scolastica nell'aula preparata ad hoc per lui.

In astratto, se in tutte le altre classi ci fossero bambini non vaccinati, il bambino dovrebbe andare all'estero "a cercare una classe di bambini vaccinati raggiungendo un altro paese", ipotizza la Maschio, dottoressa e scrittrice. Dopo lo scambio di pareri tra le parti si è raggiunto una sorta di accordo: tenere il bambino a scuola ma - come sembrerebbe - in isolamento. "Siamo nel 2018 ed esiste questa gente stupida che trova in politici imbecillì una voce, gente che sproloquia dimenticando che non pratichiamo più l'antivaiolosa - è l'opinione della dottoressa- visto che l'organizzazione mondiale della sanità ha confermato che l'ultimo caso di vaiolo al mondo risale al 1978". "Le vaccinazioni sono fondamentali". Cosa fare? "Noi dobbiamo rispettare la normativa nazionale, non possiamo escludere i bambini non vaccinati dalle elementari".

Il piccolo, che è stato sottoposto a diversi trattamenti chemioterapici, potrebbe infatti correre rischi se a contatto con i 5 bambini no vax della sua classe. Solo il futuro chiarirà come potrà definirsi e risolversi questa situazione: sperando che ad avere la meglio siano il bene e la salute di questo bambino di 8 anni, capace di sconfiggere un brutto male ma che ora deve vedersela con un problema completamente diverso.

Condividere