Bucci: demolizione Morandi da fine mese

Condividere

"Servono molte cose che deve fare il governo ma non polemiche". "Ci sono anche amministrazioni che spesso disapplicano alcune norme, come l'autocertificazione". Noi non solo toglieremo le concessioni, ma non possono pensare di farla franca maneggiando un plastico. "Mi interessa che non si creino altri contenziosi o possibilità di ricorsi che ritardino l'esecuzione dell'opera". Di Maio e Toninelli hanno fretta, vogliono indicare il nome del nuovo plenipotenziario alla ricostruzione già nel decreto che verrà approvato venerdì: e il nome dovrebbe essere quello del sindaco di Genova, Marco Bucci. Ma nei prossimi giorni saranno convocati tutti i concessionari delle infrastrutture, che dovranno fornire, dice Toninelli, un "programma dettagliato degli interventi di ordinaria e straordinaria manutenzione, con specifica quantificazione delle risorse destinate a realizzare un programma di riammodernamento delle infrastrutture". Nella cifra indicata, non sono previsti i costi della demolizione delle sezioni attualmente rimaste in piedi, quantificati in 10-12 milioni, mentre ulteriori fondi saranno stanziati per le famiglie e le aziende interessate dal crollo. Dopo le anticipazioni svelate dallo stesso Piano in occasione del festival della comunicazione di Camogli, l'architetto e senatore a vita ha presentato i dettagli del suo progetto per il ponte sul Polcevera nella sede della Regione Liguria.

Questa mattina la Regione ha emesso un comunicato in cui annuncia una "Lunga telefonata di chiarimento nella notte tra il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, e il presidente del consiglio Giuseppe Conte sul Decreto Genova". "Il Mit si dimostra un colabrodo", ribatte Toti. E questo rientra anche nel percorso delle richiesta di più autonomia. "Come Toninelli o Toti?". Se le persone non possono rientrare nelle case per recuperare i loro effetti personali è perché le case non sono sicure, quella è area rossa. "Non si fa campagna elettorale sul ponte di Genova, non sulla pelle dei genovesi".

Il vicepremier Luigi Di Maio aveva ribadito la linea dura dell'esecutivo nei confronti di Austostrade per l'Italia. "Devo pensare alle case degli sfollati?". Ma Toninelli non arretra di un millimitro.

'L'ho danneggiata', la confessione di Matteo Salvini su Isoardi: cosa ha svelato
Confesso che se ho tre minuti la guardo in Tv, anche se in cucina sono un disastro. La conduttrice è tornata al timone della trasmissione.

Fedez dopo Rovazzi rompe anche con J-Ax. Spy: Chiara Ferragni la causa
L'unico che ha speso qualche parola in più è stato Rovazzi , che si è detto dispiaciuto per la situazione. "Io ho delle velleità totalmente diverse dalle sue e spero che i rapporti si risanino col tempo".

FABIAN, Può debuttare contro i viola: "Non vedo l'ora"
Il Napoli ha fatto un grande sforzo sborsando 30 milioni per me e ora devo ripagarlo in campo. Il passaggio da Setien ad Ancelotti non lo ha affatto turbato: "Sono due grandi allenatori".

Genova - Il 14 settembre alle 11.36 - un mese esatto dal crollo di Ponte Morandi - Genova si raccoglierà su se stessa, chiuderà gli occhi, rimarrà in silenzio per ascoltare ancora l'eco dello stridìo dell'acciaio che si spezza e il muggito del ponte Morandi che crolla. Non faccia politica su #Genova. Di "baruffe tra Governo e Commissario che vanno avanti da giorni sulla pelle dei genovesi", parla il capogruppo in Regione Dem, Giovanni Lunardon.

In realtà, il giorno precedente, il governatore della Liguria, ospite del forum Ambrosetti a Cernobbio, ha lanciato un messaggio imperativo: "Chiediamo al governo di varare subito il decreto per ricostruire il ponte per consentirci di metterci subito al lavoro non appena arriva il dissequestro della Procura".

Condividere