Formula 1, Raikkonen: "L'addio alla Ferrari? Non una mia decisione"

Condividere

"Vedremo cosa succederà in gara, conosciamo le nostre regole interne e sono abbastanza semplici". Per quanto riguarda Charles, penso che meriti di essere in Formula Uno.

Una sbavatura per il tedesco che non comprometterà la qualifica così come la gara, ma l'ennesima piccola imprecisione di una stagione che rischia di complicarsi ulteriormente se sul tracciato di Marina Bay non riuscirà a rosicchiare punti al britannico della Mercedes, perfetto fino ad ora e capace di accumulare vantaggio fino ad arrivare agli attuali 30 punti in campionato in più rispetto al pilota della Rossa. Raikkonen non abbandonerà il Circus: correrà infatti per l'Alfa Romeo Sauber per i prossimi due campionati. Sono tornato lì perché ho voluto io? A comunicarlo è la stessa casa di Maranello, che ha tenuto a ringraziare il finlandese per aver "dato un contributo fondamentale, sia in qualità di pilota sia per le sue doti umane. Ho i miei motivi e sono sufficienti per me, e non mi interessa degli altri".

Polmonite a Brescia, contagi in aumento e allerta nelle scuole
Una questione che desta preoccupazione e sulla quale è intervenuto direttamente l'assessore al Welfare Giulo Gallera . Da subito, stante i quadri clinici e di laboratorio, e' stato escluso che si trattasse di un virus .

Ungheria, il Parlamento Ue condanna Orban: "Ok sanzioni, decidano i leader"
Ue vota contro Orban, che cosa succederà ora all'Ungheria? Nella conversazione, il Cav ha annunciato che gli eurodeputati azzurri voteranno contro la richiesta di attivazione dell'articolo 7 del trattato Ue.

Raiola attacca Sacchi: "Non ha né intelligenza, né classe. Deve ringraziare Berlusconi"
Non capisco perché stiano ancora a sentire uno che vive di credito per aver guidato un Milan che vinceva da solo. Quello che ha detto a Mario conferma quello che dicono su di lui da un po' di tempo: " è fuso e mi fa pena ".

Non ha alcuna voglia di appendere il casco al chiodo e, quest'anno, ha dimostrato di valere in più occasioni le prestazioni di Sebastian Vettel a parità di macchina. Per Vettel, che al momento dell'incidente stava provando la qualifica con le gomme più morbide (le ipersoft) solo il nono tempo in 1'40 " 633.

Sicuramente c'è un'opportunità molto alta che finisca la carriera lì. Maurizio (Arrivabene, ndr) mi ha chiamato tra sabato e domenica per annunciarmi la novità. "Inoltre l'atteggiamento che abbiamo avuto fino a qui ha funzionato piuttosto bene. Rispondo sempre allo stesso modo ogni volta". Sui giochi di squadra, la possibilità di aiutare Seb, Kimi dice: "Io posso guidare solo una macchina ovviamente, si parla sempre tanto di varie cose, se posso aiutare o non posso aiutare".

Condividere