Moto2 | GP Misano: Fenati, "Mondiale addio, torno a lavorare in ferramenta"

Condividere

Un fallo da reazione grave, in mondovisione.

Il pilota ascolano ha rilasciato un'intervista a La Repubblica in cui ha annunciato il suo addio alle moto: "Non correrò mai più, non è più il mio mondo". "Guida irresponsabile", la sentenza dell'organismo di controllo che si è "limitato" alla squalifica e ai due turni di stop.

Ha ricevuto due GP di squalifica. Noi abbiamo puntato molto su Fenati con l'Accademy, non ce l'abbiamo fatta però a gestirlo.

Raikkonen alla Sauber, Leclerc in Ferrari
Per tutto questo lo ringraziamo e auguriamo a lui e alla sua famiglia un futuro pieno di soddisfazioni". Il pilota ha poi continuato dicendo: " Ringrazio Nicolas Todt per avermi supportato dal 2011".

Moto GP, Lorenzo in pole a Misano. Rossi in terza fila
Una bella notizia anche per chi non ha l'abbonamento alla pay-tv: la gara di Misano sarà visibile in chiaro e in diretta su TV8 . Nel warm up il pilota Honda era stato velocissimo ma la temperatura molto alta ha mandato un pò in crisi la Honda .

Napoli, guai per Ancelotti: infortunio al ginocchio per Chiriches
Sembra infatti che la rottura del crociato non sia più solo un'ipotesi, ma sia la diagnosi reale sul ginocchio del calciatore. Il difensore azzurro sarà accompagnato dal Responsabile dello staff medico del Napoli , Dottor Alfonso De Nicola.

Il team continua ringraziando la Direzione gara per il tatto e la professionalità con la quale ha affrontato la situazione e il team Forward per come ha collaborato con loro per spegnere l'incendio e riportare quanto prima la serenità. Il primo dall'attuale team (Marinelli Snipers) e il secondo da quello della prossima annata (MV Agusta). "Detto questo, il pilota deve capire lo sbaglio è ripartire da lì, per costruire una nuova immagine e poter tornare a gareggiare a testa alta nel mondiale". Fenati ha pubblicato sul suo sito ufficiale una lunga lettera di scuse per provare a spiegare la dinamica dell'episodio: "Chiedo scusa a tutto il mondo sportivo". I veri sportivi non si comporterebbero mai in questo modo. "Non accadrà, non rispecchia i valori autentici della nostra compagnia". Ma a rubare la scena, purtroppo, è stato Romano Fenati: il 22enne marchigiano si è reso protagonista di un gesto scellerato e pericolosissimo.

Nel frattempo, sul sito personale, Romano Fenati si scusa: "Questa mattina, a mente lucida, avrei voluto che fosse stato solo un brutto sogno".

"Forse un vero uomo avrebbe mantenuto la calma, e a fine gara si sarebbe lamentato ufficialmente". Non avrei dovuto reagire alle provocazioni. Quelli che commettono errori sono sempre gli stessi. È uscita un'immagine di me e dello sport tutto, orribile. Già nel 2015, quando correva per la scuderia del Dottore, Romano Fenati fece parlare di sé: nel warm up del Gran Premio di Rio Hondo in Argentina tirò infatti un calcio con il piede destro a Niklas Ajo, la discussione in pista fra i due proseguì e, mentre i piloti erano fermi per provare la partenza, l'italiano spense la moto al pilota finlandese.

Condividere