Pensioni, Salvini: "quota 100, ma da 62 anni"

Share

Il dibattito sulle misure in materia di previdenza da includere nella legge di Bilancio è in pieno fermento.

Agenpress - Ospite di Porta a Porta Matteo Salvini ha spiegato che sulle pensioni si stanno ancora facendo i calcoli ma la richiesta è quella di arrivare alla famosa 'quota 100' fissando il paletto dell'età non a 64 anni ma a 62, da accompagnare alla "quota 41 e mezzo" di contributi. Il M5s aveva inoltre proposto il ricalcolo delle così dette pensioni d'oro in base ai contributi effettivamente versati, anche per trovare altri fondi con cui portare il minino pensionistico a 780 euro al mese. Le elaborazioni sono di Stefano Patriarca, ex consulente del Governo Renzi e Gentiloni e tra gli artefici del progetto Ape varato nella passata legislatura, sulle ipotesi di riforma della Legge Fornero annunciate dal vicepremier Matteo Salvini. L'obiettivo è di lasciarsi alle spalle l'austerity del Governo Monti, ma proporre anche qualcosa di alternativo alla severità della legge Fornero. Secondo Salvini i costi della manovra potrebbero essere riassorbiti in tempi rapidi dal versamento di un maggior numero di contributi da parte delle imprese che, liberatesi dei soggetti più anziani, potrebbero essere propense a nuove assunzioni. Più complessa è la situazione per le 'pensioni d'oro'.

Bucci: demolizione Morandi da fine mese
E questo rientra anche nel percorso delle richiesta di più autonomia. "Come Toninelli o Toti? ". Ma Toninelli non arretra di un millimitro.

Tragedia in Francia: l’ex Saint-Etienne Gomis ucciso in una sparatoria
Tutti i dipendenti sono profondamente colpiti da questa morte improvvisa e porgono le più sentite condoglianze ai familiari". La Polizia giudiziaria di Tolone ha aperto ufficialmente un'inchiesta sui fatti.

Epidemia di polmonite, la procura di Brescia apre un'inchiesta
Questa indagine non esclude comunque la presenza del batterio , pertanto verranno effettuati ulteriori approfondimenti . In Italia l'incidenza della polmonite sul territorio è di meno di due casi su 1000 abitanti.

E in questa ottica che si introduce il taglio dell'Irpef che, il ministro dell'economia puntualizza deve essere un'operazione effettuata gradualmente. A vertice economico della Lega, si è discusso molto della proposta da portare avanti. Non si tratta più di ricostruzioni giornalistiche, ma di frasi pronunciate davanti alle telecamere direttamente dai Ministri. Da qui la contromossa. E le Forze armate sono già scese (figurativamente) in guerra. Qualche aggiustamento sulle pensioni e sul reddito d'inclusione - ha detto al Mattino - si può fare ma spendere 10 miliardi l'anno è troppo rischioso per l'Italia. Genererebbe 1.3-1,5 miliardi l'anno, da destinare all'occupazione giovanile. I lavoratori pubblici e privati potranno ritirarsi una volta che avranno raggiunto "quota 100", come somma tra l'età della pensione e gli anni di contribuzione. C'è chi ipotizza anche quota 100 senza alcun vincolo. I dati sono obbligatori al fine di autorizzare la pubblicazione del commento e non saranno pubblicati insieme al commento salvo esplicita indicazione da parte dell'utente. Come nel gioco dell'oca si è di nuovo alla casella via: bisogna cercare di far quadrare i conti sul Bilancio dello Stato con quelli che andranno fatti con i cittadini se non saranno mantenuti i punti nel contratto di Governo.

Share