Siria, Usa: jet russo abbattuto per errore dalle forze di Damasco

Share

Nel comunicato ufficiale in merito si legge, infatti, che Israele considera il regime di Assad, pienamente responsabile per l'incidente. Inoltre, secondo il ministero di Mosca i razzi sono stati lanciati dalla fregata della Marina francese Auvergne, che al momento era in quell'area.

Un aereo russo per trasporto truppe, sul quale viaggiavano 14 militari, è sparito mentre sorvolava il Mediterraneo. L'agenzia Ria Novosti, citando fonti di sicurezza, ha riferito che il sistema antiaereo siriano ha contrastato l'attacco con razzi. Un anonimo funzionario dell'esercito a stelle e strisce ha dichiarato alla Cnn che il velivolo sarebbe stato colpito in seguito al fitto lancio di missili terra-aria. L'annuncio arriva dal ministero della Difesa di Mosca. Erdogan e Putin hanno concordato di istituire invece una "fascia demilitarizzata" lungo i bordi della provincia, a partire dal 15 ottobre. Nella aeree limitrofe sia i ribelli che l'esercito di Bashar al-Assad ritireranno le armi pesanti.

De Laurentiis, Ancelotti per la serenità
Ancelotti ha già giocato qui a Belgrado, ha rischiato anche di perdere. L'emozione scalda sempre, perché è il calcio è dà emozione.

Ancelotti: "Il Napoli è competitivo anche in Europa"
Ci sarà il tutto esaurito. "E' il girone di più difficile, perché c'è il Napoli , il Liverpool, il Psg e anche la Stella Rossa ". Elogio per Insigne, ma regole chiare per tutti: "Lorenzo ha dimostrato di essere preciso ed efficace in tutte le posizioni.

Le Filippine si preparano al super tifone Mangkhut
Intanto, l'aeroporto internazionale di Hong Kong ha cancellato oltre 800 voli creando forti disagi per oltre 100.000 passeggeri. Nella città di Baggao , case demolite o scoperchiate, con strade sommerse dalla pioggia.

L'aereo è scomparso nelle stesse ore in cui i caccia F16 israeliani colpivano la provincia siriana di Latakia. La conferma dello stop all'offensiva è arrivata ieri dal ministro della Difesa russo, Sergei Shoigu, dopo l'accordo tra Mosca e Ankara per l'istituzione di una "zona cuscinetto", smilitarizzata, nella Siria nord-occidentale, non lontano dal confine con la Turchia. Un portavoce delle forze armate di Parigi ha negato ogni coinvolgimento nell'attacco. Gli F-16 "era già rientrati nello spazio aereo israeliano" quando l'Il-20M è stato abbattuto e quindi la responsabilità ricade sui militari siriani che hanno reagito "in maniera sconsiderata" e senza "preoccuparsi" che non ci fossero aerei russi a portata di tiro. Israele ha anche precisato che l'obiettivo dei raid erano installazioni militari siriane da dove stavano per essere trasferiti in Libano sistemi provenienti dall'Iran e destinati a Hezbollah, per la produzione di "ordigni di alta precisione", cioè missili di ultima generazione, con sistemi di puntamento sul bersaglio più avanzati di quelli finora a disposizione della milizia sciita libanese.

Share