Primo trapianto di faccia in Italia: "L’intervento è tecnicamente riuscito"

Share

È terminato infatti alle ore 5 di domenica mattina l'intervento di trapianto allogenico facciale effettuato all'ospedale Sant'Andrea di Roma. All'ospedale Sant'Andrea di Roma, una paziente di 49 anni riceverà la pelle del viso da una donatrice 21enne. Sottoposta a terapia immunosoppressiva antirigetto, la paziente è attualmente in coma farmacologico indotto e rimarrà in isolamento nella Terapia Intesiva. Purtroppo la donna muore dieci anni dopo, nel 2016, pare che i forti farmaci presi nel corso degli anni per evitare il rigetto avessero talmente indebolito il suo corpo da portarla alla morte. Un intervento di 27 ore - tecnicamente riuscito - che ha visto alternarsi chirurghi, anestetisti e infermieri per un trapianto unico, reso possibile grazie alla generosità dei familiari della donatrice. L'intervento è durato circa 20 ore ed è stato molto lungo e complesso, dato che è "multitessuto": sono stati trapiantati pelle, fasce muscolari e cartilagine.

Italia-Slovenia, Mondiali di pallavolo stasera in diretta tv e live streaming
Passano alla fase 3 le prime di ogni girone e le due migliori seconde . E gli azzurri provano a prendere il largo: 6-2.

Sampdoria-Inter: probabili formazioni, dichiarazioni tanto altro!
Ramirez e palla deviata in corner. "Varrebbe molto di più della vittoria delle singole partite". Sulla trequarti Nainggolan presente, Candreva e Politano lottano per un posto dall'inizio.

Lory Del Santo choc: "Mio figlio Loren si è suicidato"
Silvia le ha fatto presente che vivrà momenti difficili, la Del Santo ha risposto:"Non mi fanno paura i momenti di solitudine nella Casa".

L'intervento si concluderà stasera e solo dopo sarà possibile capirne l'esito, visto l'elevato livello di complessità. Nel mondo se ne contano appena 50. Domani è prevista una conferenza stampa al Sant'Andrea alla quale parteciperanno Giulia Grillo, ministro della Salute, Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, Alessandro Nanni Costa, direttore del Centro Nazionale trapianti, Eugenio Gaudio, rettore dell'Universita' La Sapienza di Roma e Fabio Santanelli di Pompeo. Il team di ricercatori che nel novembre del 2005 ha operato Isabelle Dinoire ad Amiens, nel nord del paese, ha battuto sul tempo quello della Cleveland Clinic statunitense, che all'epoca era in attesa di un donatore. La maggior parte di queste operazioni è stata eseguita in Francia.

Share