Manovra: Tria, "Ho giurato nell'esclusivo interesse della nazione"

Share

Tria comunque, davanti alla platea dei commercianti, assicura che non ci saranno aumenti dell'Iva, che ci sarà l'aliquota al 15% sui ricavi fino ai 65 mila euro per autonomi e piccole imprese e che sull'Irpef si interverrà nella prossima Finanziaria.

Il titolare di via XX Settembre spiega che "i famosi saldi che saranno presentati domani intendono dare un segno ai mercati" e che la manovra conterrà un "mix di politiche che mostri a tutti che bisogna avere fiducia nell'Italia e nella crescita", ribadendo che "bisogna stare attenti perché se uno chiede troppo, quello che guadagna lo perde in termini di pagamento degli interessi". "Interpretare bene questo mandato è quello che stiamo cercando di fare". Senza fare riferimenti alle coperture economiche, il ministro ha scongiurato l'aumento dell'Iva. Parlando in generale delle misure allo studio del governo, Tria ha riferito che l'esecutivo ha intenzione di puntare "sugli investimenti pubblici e per farlo - ha detto - bisogna affrontare il problema del meccanismo dello stanziamento dei fondi e la spesa effettiva per gli investimenti". Il governo non vuole permettere un aumento della pressione fiscale, "ma anzi punta a una sua riduzione", ha insistito il ministro.

In Francia maxi taglio tasse da 24,8 mld
Da parte sua, Di Maio sembra avere le idee chiare. "La Francia per finanziare la sua manovra economica farà un deficit del 2 ,8%". Ovviamente, ribadisce il vicepremier, "elimineremo il privilegio delle pensioni d'oro senza aver versato i contributi".

Ottimo tempo in qualifica per Andrea Iannone: 5° tempo ad Aragon
Perché alla fine arriva sempre quella caduta , a volte così brusca e lunga che sembra che sarà la fine (anche se quasi mai lo è). Quindi, in ambulanza, ha raggiunto il centro medico del circuito.

Italia-Slovenia, Mondiali di pallavolo stasera in diretta tv e live streaming
Passano alla fase 3 le prime di ogni girone e le due migliori seconde . E gli azzurri provano a prendere il largo: 6-2.

Tria ha poi elencato gli obiettivi della manovra gialloverde: "In cima ai suoi impegni il governo ha quello di impedire l'aumento della pressione fiscale: le clausole di salvaguardia verranno dunque sterilizzate".

Il reddito di cittadinanza, cavallo di battaglia del Movimento cinque stelle, sarà in manovra e aiuterà le imprese a gestire le conseguenze sociali dei processi di trasformazione produttiva. Nel 2008, ha detto Tria, gli investimenti erano pari al 3% del Pil, ora siamo al 2%: "Bisogna tornare al 3% nel giro di 2-3 anni". "Ci proponiamo nel primo anno di dimezzare questo differenziale per poi azzerarlo negli anni a venire". "Sarà una manovra di crescita, non di austerity", ha spiegatoil titolare all'Economia, "ma che non crea dubbi sulla sostenibilità del nostro debito". Pern questo il ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro ha assicurato che si terrà un nuovo vertice di governo per la manovra. Lo fa placando i toni usati in questi giorni nei confronti di Bruxelles: "Le polemiche con l'Europa non hanno senso - ha spiegato -". Sono ottimista, nonostante quello che leggo sui giornali.

Share