Spalletti: "Totti? Penso all'Inter: questà è la settimana della verità"

Condividere

Il tecnico dell'Inter, Luciano Spalletti, ha commentato così le polemiche arbitrali seguite alla sfida con la Fiorentina.

"Si può chiamarla la settimana della verità, ci aspettano partite che possono rimetterci in carreggiata e in corsa con le prime della classifica".

Un'Inter essenziale, ma sciupona, decolla definitivamente in classifica grazie alla terza vittoria consecutiva in campionato, quarta considerando la Champions League, competizione dove i nerazzurri cercheranno di fare cinquina mercoledì ad Eindhoven contro il Psv.

In estate nuove rotte Ryanair da Puglia
Ne contano tre Bari ( Bordeaux , Budapest e Praga), Catania (Atene, Marrakech e Siviglia) e Palermo (Bruxelles, Colonia e Atene). Bucarest e Praga sono le new entry nella programmazione estiva 2019 di Pescara, mentre Bruxelles e Praga in quella di Pisa.

Monza-Berlusconi, è fatta: Fininvest rileva il 100% del club per 2-3 milioni
Propedeutica al closing sarà la delibera con cui l'assemblea degli azionisti del Monza approverà il bilancio al 30 giugno del 2018.

Milan, Gattuso: "Così non basta, nella ripresa senza benzina"
Non è una scusa, ma se guardiamo gli ultimi anni il Milan ha sempre finito intorno al sesto posto, si perde la mentalità vincente. Basta registrarsi al portale ed essere in possesso di una buona connessione web nonché di un metodo di pagamento accettato.

In difesa bisognerà capire se Joao Miranda, infortunatosi poco prima di Inter-Fiorentina, sarà convocabile e in condizioni di giocare dall'inizio con Sime Vrsaljko che invece dovrebbe al massimo andare in panchina. Con la loro qualità dobbiamo riuscire a mettere tutta la nostra forza. Lui è uno che può fare molto di più, può dare una mano maggiore alla squadra: ha perso dei palloni che gente come lui non deve perdere. Ricordiamo infine che Inter-Cagliari potrà essere seguita sulle frequenze radiofoniche di Rai Radio 1 e in diretta live testuale direttamente dal nostro sito con ampio pre-partita. "Con Firenze voglio mantenere un ottimo rapporto, ma i fatti veri sono questi".

Già nel febbraio 2016 ci fu un pesante screzio alla vigilia di Roma-Palermo, con parole grosse volate fra i due, ma l'apice fu toccato a Bergamo due mesi dopo, quando vennero quasi alle mani. Con la palla che viaggia più rapida, l'Inter si rende di nuovo pericolosissima con Candreva, pescato tutto solo in area da Nainggolan, che si fa però ancora una volta ipnotizzare da Cragno. "Giochiamo ogni tre giorni e non c'è spazio per altre cose". Il buon momento della squadra di Spalletti continua alla mezz'ora: l'ormai solito Lautaro mette in mezzo un pallone interessante ma Candreva manca l'appuntamento con il 2-0.

Condividere