Salvini contro Juncker: "Io parlo solo con persone sobrie"

Share

Salvini di nuovo contro Juncker. In sostanza paragona il Presidente Juncker ad una persona un po' alticcia. "Ma noi non ci fermeremo davanti alle minacce, perché queste cose le dice una Commissione che non ha neanche l'1% dei consensi dei cittadini". "Il presidente ha trascorso la maggior parte della sua gioventù circondato da italiani e non ho bisogno di riaffermare questa sua posizione, che è molto molto chiara", aggiungendo poi che Juncker "non ha fatto una dichiarazione specifica sull'Italia, ma una dichiarazione generale sulla politica di coordinamento economica in Europa".

Di Maio, minacce non ci fermano - "A qualcuno dà fastidio che l'Italia abbia cominciato a rialzare la testa e stia attuando le promesse della campagna elettorale".

Ostia, anniversario Associazione Nazionale Polizia: Salvini scatta foto, Mattarella applaude
La Costituzione "rappresenta la base e la garanzia della nostra libertà, della nostra democrazia. Con equilibrio, con orgoglio e con coraggio.

Spalletti: "Siamo l’Inter e dobbiamo fare di tutto per portare successi. Lautaro…"
Il campionato però è lungo, anche se hanno una rosa fortissima che viene gestita ottimamente da Allegri. La Juventus potrebbe prendere ancora più convinzione dopo la vittoria di oggi con il Napoli.

Terremoto e tsunami in Indonesia: almeno 384 morti, decine i dispersi
AGGIORNAMENTO: fonti ufficiali dichiarano che uno tsunami ha colpito le città di Palu e Donggala nell'isola di Sulawesi . Ma il bilancio potrebbe essere ben più drammatico e non si esclude che possano esserci anche diverse vittime.

Non si placa la querelle tra il ministro degli Interni Matteo Salvini e il presidente della Commissione europea Jean Claude Juncker. "Siamo pronti a chiedere i danni a chi vuole il male dell'Italia", aveva affermato in precedenza a Napoli il ministro dell'Interno.

"Se l'Italia vuole un trattamento particolare supplementare, questo vorrebbe dire la fine dell'euro". Tuttavia, in quella circostanza, furono gli stessi portavoce del presidente della Commissione Europea a sostenere che i problemi di salute di Juncker erano ben altri: "Il presidente Juncker - si legge in una nota di quei giorni - soffre di un'infiammazione cronica del nervo sciatico che affatica la sua camminata e ringrazia i premier Rutte e Costa per averlo sorretto in questo momento di dolore". Ma per rispondere al rischio di bocciatura immediata della manovra in Ue, Lega e M5s danno al ministro un appiglio: si garantirà la discesa del debito, anche con la disponibilità ad abbassare il deficit per il 2020 e il 2021 sotto la previsione iniziale del 2,4%.

Share