Addio vecchio scontrino, ora l'obbligo di quello elettronico

Share

La lotteria degli scontrini per combattere l'evasione fiscale: è questo l'idea paventata nell'ultima bozza del dl fiscale collegato alla manovra e che contiene importanti novità in merito alla fatturazione, visionato in esclusiva da Adnkronos.

Lo scontrino digitale fa parte delle novità previste dal decreto fiscale collegato alla manovra. Tra le misure, indicate nella bozza solo con il titolo ma non definite nel testo, vi sono anche la proroga del prestito ponte all'Alitalia e il ristoro dei risparmiatori danneggiati dalla crisi delle banche.

Arriva la rottamazione Ter delle cartelle e consente il pagamento del debito fiscale pendente dal gennaio 2000, senza sanzioni e more, dilazionato fino al 2024.

Inter, Spalletti: "La musica della Champions bisogna sentirla anche contro la Spal"
Quello che fa la differenza è sempre il lavoro e la disponibilità, credere in quello che si dice e andare avanti. Visto che la società ha lavorato benissimo sotto l'aspetto del numero dei calciatori, ora bisogna usarli.

Cristiano Ronaldo avrebbe ammesso in privato lo stupro
Tutto ciò ha chiaramente, come già sottolineato nell'apertura dell'articolo , aperto il vaso dell'opinione pubblica mondiale. Si complicano le cose per Cristiano Ronaldo , le accuse di stupro di Kathryn Mayorga sono ormai note.

GF Vip, bestemmia di Francesco Monte? A rischio squalifica
Infatti, dopo un mese di frequentazione, io mi sono reso contro che non andavo oltre nei sentimenti. Solo successivamente abbiamo capito che ci piacevamo.

Ci sarà la possibilità di fare pace con il fisco per le liti tributarie di ogni grado e giudizio. Il primo versamento è previsto per il 31 luglio 2019, poi due rate a luglio e novembre per 5 anni. Per 'fare pace' sarà necessario fare domanda entro il 16 maggio e pagare cinque rate trimestrali nel 2019-20. I negozianti dovranno inviare i corrispettivi all'Agenzia delle Entrate, obbligatoria proprio dal primo gennaio 2020.

L'ingresso della fattura elettronica sarà graduale: l'obbligo, previsto dal primo gennaio, slitterà al primo luglio 2019 e riguarderà solo i contribuenti con un volume d'affari superiore ai 400.000 euro l'anno, in pratica per circa 260 mila soggetti. Inoltre dal primo gennaio 2020 parte la lotteria degli scontrini elettronici introdotta dalla legge nel 2016 ma sempre rimandata: ai nuovi corrispettivi elettronici verrà infatti abbinata un'estrazione per incentivare la lotta all'evasione. Il Governo è al lavoro per definire le ultime questioni sulla Manovra con lo scontrino cartaceo che a breve dovrebbe salutare definitivamente per dare spazio a quello elettronico. Per favorire l'adeguamento alle nuove modalità di fatturazioni, saranno previsti specifici esoneri legati al livello di connessione alla rete necessaria per la trasmissione dei dati e un'agevolazione finanziaria per l'acquisto di un registratore telematico da usufruire, per l'acquirente, sotto forma di sconto al momento dell'esecuzione dell'adeguamento o dell'acquisto del prodotto e da recuperare, per il venditore del prodotto, in compensazione attraverso il modello F24.

L'alleanza giallo-verde è al lavoro per definire una Manovra che resta al centro delle polemiche dopo che l'Unione Europa non ha condiviso la decisione sul Def.

Share