Trump perde pezzi all'Onu: si è dimessa Nikky Haley

Share

L'ambasciatrice Usa presso le Nazioni unite, Nikki Haley, si è dimessa.

Ad aprile dello stesso anno, l'ambasciatrice si era scontrata con la Casa Bianca dopo che un funzionario del presidente Trump aveva detto che la Haley aveva annunciato troppo presto l'imposizione di nuove sanzioni contro la Russia. Poi però la Haley ha dimostrato anche di avere idee proprie prendendo iniziative come quella di andare ad arringare i venezuelani assiepati di fronte al palazzo di vetro che protestavano il giorno della visita del presidente Nicolas Maduro. Ex governatrice della South Carolina, la Haley era stata confermata facilmente quattro giorni dopo l'insediamento del tycoon alla Casa Bianca. La sua nomina ad ambasciatrice era considerata una delle migliori e più riuscite dell'amministrazione Trump, ma le sue responsabilità in politica estera si erano relativamente ridotte con la nomine di Mike Pompeo a segretario di Stato e di John Bolton a consigliere per la sicurezza nazionale.

Ivanka Trump
Ivanka Trump

Prima dell'uscita della notizia, il presidente Trump ha scritto su Twitter: "Grande annuncio con la mia amica, l'ambasciatore Nikki Haley, nello Studio Ovale alle 10.30".

Trump ha annunciato infine che nominerà il successore di Haley nel giro di due o tre settimane.

MotoGP, Thailandia: Marquez fulmina Dovizioso all’ultima curva
La diretta della gara e del warm-up del Gran Premio di Thailandia 2018 della MotoGp sul circuito di Buriram sta per cominciare... Ma Rossi è deluso per non essere riuscito a salire sul podio: "Durante questo weekend siamo migliorati molto".

Ritorna il colera: due immigrati dal Bangladesh ricoverati a Napoli
Perché se io pensassi e facessi un titolo in prima pagina sul fatto che questa è una città in cui c'è il colera non ci verrei. I parenti dei due pazienti sono tuttora al Cotugno per ulteriori accertamenti. "I casi sono sotto controllo.

MotoGP, GP Thailandia 2018: il circuito di Buriram ai raggi X
Come ha detto anche Dovizioso, c'è l'incognita del meteo . "Quindi innanzitutto speriamo di fare una gara sull'asciutto". Quello che mi fa sperare è che non penso che la Yamaha possa permettersi di fare così male per altri due anni.

Share