Pensione anticipata quota 100: le quattro finestre d’uscita

Share

La misura prevede che i lavoratori possano andare in pensione qualora la somma dell'età pensionabile e dei contributi versati faccia 100 e prevede inoltre quattro diverse finestre in cui potrà essere richiesta l'uscita dal mondo del lavoro.

"La pensione si abbassa per l'effetto di tre componenti", spiega al quotidiano Andrea Carbone, partner di Progetica.

L'uscita è prevista tramite le 4 'finestre di uscita' l'anno. Adesso mi chiedo se vale la pena di rischiare per anticipare di qualche mese, visto che ho letto della penalizzazione del 25% in meno sull'assegno pensionistico. Nella legge di bilancio invece entrerà sicuramente il cosiddetto raffreddamento del meccanismo di indicizzazione degli assegni alti. Poi lo step successivo sarà l'introduzione di 'Quota 41', che prevede l'uscita con il requisito contributivo di 41 anni di età al posto dei 43 attuali previsti per i lavoratori uomini che hanno iniziato a lavorare precocemente.

Di Maio: bye bye vitalizi, promessa mantenuta
Pd e FI sono usciti dall'Aula al momento del voto. " Promessa mantenuta " - rilanciando lo slogan " bye bye vitalizi ". Una sorta di muro di gomma, fatto di cavilli e trucchetti da mercato popolare, che porta sempre a un nuovo rinvio.

Salvini contro la Francia: "Siete vomitevoli, non accettiamo le scuse"
Siamo di fronte a una vergogna internazionale, e il signor Macron non può far finta di nulla. Sono entrati senza volerlo in Italia. "Non accettiamo le scuse", conclude.

Wanda Nara nei guai: il PM chiede 4 mesi di carcere
La 31enne ha deciso di non sottoporsi all'interrogatorio in aula che era previsto per oggi. L'udienza è stata aggiornata al prossimo 29 ottobre per la lettura della sentenza.

"Per le donne si proroga 'Opzione Donna', che permette alle lavoratrici con 58 anni, se dipendenti, o 59 anni, se autonome, e 35 anni di contributi, di andare in pensione", si legge inoltre nel comunicato diffuso da Palazzo Chigi dopo l'approvazione del testo della manovra.

Come noto il Governo per superare la Legge Fornero ha deciso di inserire nella Legge di Bilancio 2019 Quota 100 che consentirebbe a coloro che hanno compiuto 62 anni di età e che hanno versato 38 anni di contributi di andare in pensione anticipatamente.

La misura, tuttavia, comporterebbe un costo pari a 8,5 miliardi di euro per il primo anno. Almeno, questa è l'interpretazione data dall'ex ministro del Lavoro, a margine di un'iniziativa organizzata dal gruppo del Pd alla Regione Lombardia, sul decreto appena licenziato dal governo Conte: "Francamente non vedo una abolizione all'orizzonte della legge che porta il mio nome, ma solo dei cambiamenti - ha commentato la Fornero - Se fossero stati piú onesti avrebbero potuto continuare a cambiare le cose senza creare così tante aspettative che finiranno per gravare sulle generazioni future". Ma prenderà 1.442 euro al mese, anziché 1.778 euro - un quinto in meno - che gli sarebbero spettati se avesse continuato a lavorare per i 5 anni che lo separano dal traguardo fissato dalla Fornero per la vecchiaia (67 anni). "Per la prima volta utilizziamo i privilegi di pochi per pagare i diritti degli italiani, al contrario di quanto avveniva nel passato che si tagliavano i diritti per pagare i privilegi", ha spiegato Di Maio a Radio Radicale. "La situazione dello spread è temporanea, non è destinata a restare così".

Share