Manovra, la lettera di Tria a Bruxelles: "Scelte difficili ma necessarie"

Share

Il ministro Tria ha inviato al vicepresidente della Commissione europea Valdis Dombrovskis e al commissario agli Affari economici e monetari Pierre Moscovici la lettera di risposta alla missiva del 18 ottobre, in cui Bruxelles chiedeva chiarimenti e preannunciava la bocciatura della nota di aggiornamento al Def.

Anche se come ha dichiarato Matteo Salvini "sui capisaldi non recediamo di un millimetro", il premier Giuseppe Conte parla di una disponibilità "a metterci a un tavolo per proseguire una interlocuzione con la Commissione Europea".

"La manovra non espone a rischi la stabilità finanziaria né dell'Italia né degli altri Paesi Ue", chiarisce Tria, il quale si augura che la missiva sia "sufficiente a chiarire l'impostazione della manovra di bilancio".

"Ad oggi il dibattito pubblico sulla legge di bilancio si è limitato alla consistenza dei numeri e degli indicatori e non ha ancora fatto emergere le riforme strutturali che formeranno parte integrante" della manovra e dei collegati "che avranno un impatto significativo sulla percezione e sui comportamenti dei cittadini, delle imprese e degli investitori" ha scritto Tria che ha sottolineato in particolare le "misure volte a creare un ambiente favorevole agli investimenti".

Udinese, Velazquez: "Napoli? Non mi è piaciuto l'approccio alla gara"
La mano di Ancelotti è visibile nel rendimento dei giocatori che nelle passate stagioni non avevano avuto molto spazio. Alla Dacia Arena la sblocca Fabian Ruiz con una magia.

Messi si fa male, salta Inter e clasico?
Assenza pesante per i blaugrana in una fase delicata della stagione . La grande sportività dell'Inter, il messaggio d'incoraggiamento .

Juve: Allegri, superficialità e fretta
Sono situazioni che non devono capitare, attraverso queste partite passano gli scudetti. Abbiamo giocato per 10 minuti, poi abbiamo pensato alla trasferta di Manchester .

"Pur riconoscendo la differenza delle rispettive valutazioni", - dice Tria - il Governo italiano continuerà nel dialogo costruttivo e leale così come disciplinato dalle regole istituzionali che governano l'Area Euro.

"Il governo è fiducioso di poter far ripartire gli investimenti e la crescita del Pil e che il recente rialzo dei rendimenti sui titoli pubblici verrà riassorbito quando gli investitori conosceranno tutti i dettagli delle misure previste dalla legge di bilancio". Lo scrive il ministero dell'Economia sul suo sito accompagnando la pubblicazione della lettera di risposta ai rilievi Ue sulla manovra.

"Ieri sera mi sono visto con Tria, abbiamo rivisto insieme la lettera ai Commissari europei". Già in questa lettera abbiamo spiegato perché l'abbiamo impostata in questi termini, abbiamo spiegato la direzione della nostra politica economica, gli obiettivi che intendiamo raggiungere. Linea dell'opportunismo politico, si diceva, che si sostanzia anche di un impegno importante e cioè la rivisitazione dell'impianto della manovra qualora il piano dell'esecutivo dovesse incepparsi. Quella del governo giallo-verde è una scommessa che punta tutto sulla crescita e che rappresenta, secondo il premier Conte, "il grande problema con l'Europa" da dove oggi anche il cancelliere austriaco SebastianKurz, politicamente vicino a Salvini, chiede di "respingere" la manovra italiana ("parole incaute", commenta Conte).

Share