Usa: sparatoria in sinagoga Pittsburgh, molti morti

Share

Anche lui sarebbe rimasto ferito, e avrebbe urlato alle squadre di intervento speciale: "Tutti questi ebrei devono morire". Ha ucciso diverse persone ma il bilancio non è ancora chiaro: si va dai quattro agli otto morti a seconda delle fonti. L'odio negli Stati Uniti è una cosa terribile, qualcosa deve essere fatto. "Mi iscrivo, anzi, sono uno dei promotori - disse - perché penso che Soros sia una persona assolutamente negativa e che sta finanziando con centinaia di milioni di euro la dissoluzione della civiltà occidentale".

La polizia è accorsa sul posto, e ha diramato un allarme per 'uomo armato in azione'. "Stiamo lavorando per assicurarci che l'area sia sicura". Secondo Trump, insomma, una maggiore sicurezza in questo caso sarebbe stata garantita solo con degli agenti armati posti a presidio della struttura. Imprecisato il numero dei feriti. Quando Bowers è entrato nella sinagoga era in corso una funzione religiosa e si calcola che all'interno ci fossero almeno 60 persone.

La sinagoga si trova all'incrocio tra Wilkins Avenue and Shady Avenue, a circa dieci minuti dal centro, in un quartiere residenziale a prevalenza ebraica, ed era piena di fedeli per il rito del sabato. Agli studenti sono stati inviati sms in cui si chiede loro di rimanere all'interno degli edifici del campus. Si chiama Rob Bowers, 46 anni, noto alla polizia come feroce antisemita e fanatico nazionalista.

Lutto per Milly e Gabriella Carlucci: morto il padre Luigi
I funerali si terranno mercoledì 24 ottobre alle ore 11:00 presso la Chiesa di Santa Chiara, in Piazza Giochi Delfici a Roma.

Manovra, la lettera di Tria a Bruxelles: "Scelte difficili ma necessarie"
Già in questa lettera abbiamo spiegato perché l'abbiamo impostata in questi termini, abbiamo spiegato la direzione della nostra politica economica, gli obiettivi che intendiamo raggiungere.

Renzi: "L'odio porterà i giacobini sul patibolo"
In gergo politico la Leopolda indica un appuntamento annuale ideato Matteo Renzi e Giuseppe Civati a partire dal 2010. Che Renzi , oramai defunto (politicamente), ne sia consapevole o no, questa è l'eredità che ha lasciato all'Italia.

L'aggressione è avvenuta di sabato, la festa del riposo per gli ebrei, che la celebrano in sinagoga, come i cristiani celebrano la domenica in chiesa. Solidarietà e preghiere per le persone che hanno perso la vita nella sparatoria della sinagoga a Pittsburgh, negli Usa, arrivano dal vescovo della città, mons.

I dirigenti della sinagoga avevano ricevuto un addestramento per situazioni di emergenza e, su consiglio delle forze di sicurezza, avevano installato sulle porte meccanismi di apertura per facilitare l'uscita.

Share