Riforma pensioni, allo studio del governo Lega-M5S il perfezionamento di quota 100!

Share

Governo alla prova del nove sul dossier pensioni.

"Nell'ultima bozza messa a punto dai tecnici del Movimento Cinque Stelle e della Lega, lo strumento scelto è quello tradizionale del 'contributo di solidarietà'", scrive il quotidiano romano. Nel documento che Il Messaggero ha potuto visionare, ci sono ancora due ipotesi di lavoro.

Se quanto detto sopra verrà confermato, non si devono preoccupare i cittadini pensionati che percepiscono assegni mensili inferiori o pari a 4.500 euro netti al mese.

Nella Legge di Bilancio 2019, quindi, non si parla di Quota 100, né tantomeno di come funzionerà il reddito di cittadinanza, la misura che, tramite un'integrazione del reddito fino al raggiungimento della soglia di 780€, conta di dare un sostegno a tutte le famiglie che si trovano in una condizione di povertà.

Chi si pensiona con quota 100 non potrà lavorare per 24 mesi. Nella stessa bozza, c'è una seconda ipotesi con percentuali lievemente diverse: fino a 130mila euro il 10%, da 130mila a a 200mila euro il 14%, da 200mila a 350mila euro il 16%, da 350mila a 500mila euro il 18% e oltre mezzo milione il 20%. Con l'opzione contributiva della pensione di vecchiaia, infatti, sono sufficienti 5 anni di contribuzione. Sulle sole pensioni anticipate ci sarebbe un impatto più gestibile.

Torino: si decide sulla Tav. Tensioni dentro il consiglio comunale (e fuori)
E poi i rappresentanti di Filca Cisl, Feneal Uil e Fillea Cgil che distribuiranno volantini fuori al Municipio. In Sala Rossa passa la mozione del Movimento 5 Stelle che chiede di fermare i lavori della Tav .

MotoGp, Australia: pole per Marquez, settimo Rossi
Perchè? Tutto questo nonostante un circuito come quello di Phillip Island sulla carta favorevole alla M1 e al centauro pesarese. Chi si diverte è anche Andrea Iannone , che va forte per tutto il weekend firmando sia le FP1 che le FP2 ed anche le FP4.

Serie A, Gattuso respira: la partita dei ribaltamenti va al Milan
Ringrazio i giocatori per aver messo in campo quello che avevo chiesto: volevo dei leoni, dei cani rabbiosi e così siamo stati. Lo perderemo - ha spiega il tecnico rossonero - per un paio di mesi, ha avuto un problema al gemello mediale.

Oltre alle pensioni "alte" su quota 100 sono invece confermate le indiscrezioni della vigilia.

Molti non lo sanno ma chi ha compiuto almeno 63anni e ha iniziato la carriera dopo il 1995 può andare in pensione, se ha almeno 20 anni di anzianità, scegliendo di ricevere un assegno calcolato interamente col metodo contributivo. Anche considerando solo l'uscita con 38 anni di contributi e 62 di età già dal 2020 servirebbero più risorse perché la spesa sarebbe inevitabilmente crescente.

L'attuazione del reddito di cittadinanza e della riforma delle pensioni, quindi, sarà rimandata a due provvedimenti ad hoc che molto probabilmente saranno discussi successivamente dall'approvazione della Legge di Bilancio 2019.

Resteranno fermi a 42 anni e 10 mesi (41 anni e 10 mesi per le donne) anche l'anno prossimo (senza l'aumento di cinque mesi previsto) i contributi necessari a lasciare il lavoro a prescindere dall'età ma è prevista una finestra mobile trimestrale anche per chi esce con questa norma. Dal 2019, la pensione potrà essere ottenuta con 63 anni e 9 mesi di età. I requisiti di età (per la pensione di vecchiaia, ndr) - si legge - non sono adeguati agli incrementi della speranza di vita previsti per il biennio 2021-2022. Il confronto è tra quanto prenderebbe uno statale (i profili sono quelli di dipendenti ministeriali), anticipando l'uscita con "Quota 100" e quanto prenderebbe invece, aspettando almeno fino all'età ordinamentale (65 anni) in cui in teoria l'amministrazione potrebbe pensionare i propri dipendenti (in poche lo fanno, lasciando invece attendere il requisito di vecchiaia dei 66 anni e 7 mesi). I cambiamenti riguarderanno due fronti: da una parte sui requisiti per il pensionamento interverrà l'adeguamento con le aspettative di vita, rilevate dall'Istat, che porterà a un incremento di 5 mesi dell'età pensionabile.

Share