Ritrovate ossa alla Nunziatura Apostolica, sono di Emanuela Orlandi?

Share

Durante "alcuni lavori di ristrutturazione di un locale annesso alla Nunziatura apostolica in Italia, sito in Roma in via Po 27, sono stati rinvenuti alcuni frammenti ossei umani" spiega il comunicato della Santa Sede. Qualcuno ipotizza possano essere di Emanuela Orlandi.

Attualmente sono in corso accertamenti sul rinvenimento di alcune ossa in area extraterritoriale del vaticano ma in un edificio che è di proprietà della Santa Sede. "Stringendomi la mano mi ha detto 'Emanuela sta in cielo', sono rimasto di ghiaccio", raccontò il fratello, che ha poi chiesto di essere ricevuto dal pontefice per chiedere quando e in quali circostanze sua sorella sarebbe morta, ma che non ha ancora ricevuto udienza.

Già in passato si sarebbero verificati episodi analoghi: al momento, stando ancora all'Ansa, si starebbero eseguendo esami concentrati in particolare sul cranio e sui denti, per capire se i resti possano essere collegati al caso di Emanuela Orlandi, scomparsa nel 1983 e sulla cui sorte si sono sovrapposte le tesi più disparate e contraddittorie tra loro. Le indagini si svolgono in collaborazione con la magistratura italiana e la Procura di Roma indaga per omicidio. L'autorità giudiziaria italiana ha disposto accertamenti tecnici per cercare di individuare a chi appartengano questi resti. Ma di Emanuela, trentacinque anni dopo il giorno della sua sparizione, ancora non si sa nulla né i suoi resti sono mai stati trovati. La ragazza era la figlia di un messo della prefettura della Casa pontificia ed era cittadina del Vaticano. E di fatti la denuncia di scomparsa è di nuovo sui tavoli della Gendarmeria e del Promotore di Giustizia.

Psg, Tuchel: "La sconfitta col Liverpool è servita, Ancelotti è un ispiratore"
Di Maria in pieno recupero salva i parigini. "Nel primo tempo potevamo finalizzare meglio e invece siamo stati un po' leziosi". Nella ripresa c'è la reazione del PSG , comprensibile, che trova il pareggio - fortunato - con l'autorete di Mário Rui .

F1, Niki Lauda lascia l'ospedale dopo tre mesi
Lauda ha sofferto di molti problemi di salute dal brutto incidente che gli è costato quasi la vita al Nürburgring nel 1976. Per questo motivo i medici hanno imposto il trapianto polmonare per scongiurare l'ipotesi di decesso del paziente.

Un De Gregori Anema e core
Non abbiamo visto paura oggi alla Triennale, ma due pacificati professionisti "benestanti". Certo, dipende da chi ce lo offre", ha risposto Paladino .

La famiglia Orlandi l'aveva presentata per la prima volta un anno fa, lo scorso novembre. Non mi basta che papa Francesco mi dica 'Emanuela sta in cielo'. Mirella Gregori, figlia dei titolari di un bar di via Volturno, a Roma, studentessa, non conosceva Emanuela Orlandi, né le due ragazze avevano frequentazioni in comune. Mirella scomparve dopo aver detto alla madre che "aveva un appuntamento" presso il monumento al bersagliere di Porta Pia con un vecchio compagno di classe, che peraltro quel pomeriggio era impegnato altrove.

Il caso di Emanuela Orlandi si potrebbe riaprire. Nel 2016 l'archiviazione dell'inchiesta da parte della Procura di Roma, confermata dalla Cassazione. Il presunto rapimento finisce infatti per intrecciarsi anche con l'attentato di Agca contro Wojtyla. La presenza di Emanuela Orlandi, negli anni, è poi segnalata in diverse località ma le rivelazioni non risultano mai attendibili.

La prima inchiesta sulla scomparsa della ragazza viene chiusa nel 1997. Ma neanche su questa pista emergono prove.

Share