Napoli di goleada ma Ancelotti è furente

Condividere

Poi è salito in cattedra l'attaccante col numero 14 che ha segnato il primo dei suoi tre gol facendo chiudere il primo tempo alla squadra sul 2 a 0.

"Fino al quarto gol siamo stati in difficoltà. Ma guai a sottovalutare innanzitutto la Fiorentina il 1 dicembre, una settimana prima del derby d'Italia", evidenzia Libero che spiega come l'Inter invece se la vedrà con Atalanta, Frosinone e Roma prima della sfida alla Juventus. Gli azzurri sembrano in grado di gestire nella ripresa, sfiorano anche la terza rete con Hysay e Fabian, poi al 13' incassano una verticalizzazione di Krunic manda in porta Caputo che riapre la partita: 2-1. All'Empoli, che una settimana fa aveva perso di misura contro la Juve, va riconosciuto il merito di averci provato quasi fino alla fine.

Ancelotti conferma il 4-4-2, in avanti ci sono Insigne e Mertens, panchina per Milik. "La squadra sta crescendo e dobbiamo approfittarne". Oggi non è stata la nostra migliore partita, l'Empoli gioca e palleggia bene ma quando siamo saliti di tono abbiamo fatto gol. Non ho la presunzione di partire titolare ogni partita ma in questo periodo avevo voglia di giocare. Così Carlo Ancelotti, parlando a Sky sport.

Brasile, le frasi shock del neo presidente Jair Bolsonaro
Smaltita la sbornia dei festeggiamenti per Jair Bolsonaro è già tempo di rimettersi al lavoro. Jair Bolsonaro è il nuovo presidente del Brasile .

Bolsonaro, nuovo amico di Salvini, e quel regalo di nome Battisti
E l'esser nuovi, nell'era post-ideologica, è un valore che si converte facilmente in milioni di voti. Hanno fatto molto discutere anche le sue espressioni a favore della tortura e della dittatura.

Draghi difende l'indipendenza della BCE dalla politica
L'ad di Mediobanca Alberto Nagel sceglie una metafora calcistica per descrivere il futuro della Bce senza Mario Draghi . Infine Draghi ha confermato che Qe proseguirà fino a dicembre e al ritmo di acquisti di 15 miliardi mensili .

MERTENS? DIFFICILE DA LASCIAR FUORI CON IL PSG - Ancelotti si coccola Dries Mertens, autore di una tripletta: "Si tratta di un grande momento per lui ed è molto importante per noi".

Empoli (4-3-2-1): Provedel; Di Lorenzo, Silvestre, Maietta, Antonelli; Acquah (67' Zajc), Traore, Bennacer; Krunic (68' Pasqual), Ucan (80' La Gumina); Caputo. All. I toscani però di tanto in tanto pasticciano e il Napoli ne approfitta al 38': Di Lorenzo sbaglia un retropassaggio, Insigne recupera palla sulla tre quarti e lancia Mertens, che tira in corsa da fuori area e batte ancora Provedel.

Condividere