Simona Carpignano ritrovata morta a Marsiglia sotto le macerie del palazzo crollato

Share

I vigili del fuoco si sono subito attivati per mettere in sicurezza la zona e cercare eventuali superstiti sotto le macerie.

Simona ha il sorriso che le illumina il viso, è alta, magra, con i capelli biondi, lunghi dreadlocks, perché ama il reggae. Tra loro potrebbe esserci anche Simona, che da sei mesi viveva a Marsiglia.

Nel crollo sono rimaste coinvolte nove persone che risiedevano nel palazzo e due passanti sono stati feriti dai detriti. Ha poi riferito che la notte prima del dramma, un residente chiamò i pompieri per "segnalare l'ingrandirsi di una crepa nel suo appartamento", prima di richiamare in un secondo tempo per dire che il pronto intervento non era tuttavia necessario. L'altro, invece, era abitato da una decina di famiglie.

Il padre di Simona ancora non ha confermato la notizia: "Attualmente non abbiamo nessuna notizia ufficiale e siamo ben supportati dal nostro consolato. Lei abitava al terzo piano del palazzo di 6 piani crollato". I due edifici nel quartiere popolare di Noailles, di quattro e cinque piani, erano molto vecchi.

Ufficiale, Ghirelli presidente della Lega Pro: la Capotondi sarà suo vice
Sognava un nipote calciatore, sono diventata attrice. "Non vedo l'ora di iniziare a sviluppare le idee che avremo". Al termine di una infuocata assemblea sono stati eletti anche i membri del nuovo consiglio direttivo.

Gattuso: "Il Milan ha meritato la vittoria"
Il Milan sta attraversando un buon momento e l'allenatore rimarca la grande disponibilità di tutta la rosa. Una vittoria arrivata allo scadere, esattamente come quattro giorni fa contro il Genoa.

Inzaghi: "Ho rivisto la mia Lazio". E Immobile: "Segno di maturità"
Una battuta su Milinkovic-Savic: "Mi aspetto quantità e qualità da Sergej, per i gol abbiamo gli attaccanti". Ci sono da fare delle scelte, mi farò trovare pronto.

Ci sarebbe anche un'italiana tra i dispersi del crollo dei due palazzi di Marsiglia avvenuto ieri.

Uno degli edifici crollati era disabitato e murato, per cui il numero delle persone coinvolte nell'incidente non è stato elevato.

Gli edifici collassati si trovavano in rue d'Aubagne, nel primo arrondissement della città francese che è uno dei quartieri più vecchi e popolari di Marsiglia.

"Sono le case dei poveri che cadono, non è una coincidenza", ha affermato il deputato di sinitra Jean-Luc Mélenchon, del movimento "La France Insoumise".

Share