I tecnici lanciano l'allarme: con quota 100 pensioni tagliate del 5-30%

Share

È una delle più grandi novità riguardanti la riforma pensione che è prevista dal disegno di legge di bilancio che è stata approvata lo scorso 15 ottobre dal Consiglio dei Ministri. Stando alle stime presentate alle Camere, i provvedimenti in programma potrebbero creare un clima di incertezza che potrebbe avere ripercussioni considerevoli sul mercato e quindi sull'intera economia del paese. Il grafico in apertura mostra l'andamento della spesa per le pensioni degli italiani (linea blu del grafico, scala di sinistra): nel 2015 il costo degli assegni era pari al 15,7% del Pil ma nel 2025 sarà il 15,8% e nel 2025 il 16,7%.

Il numero di chi beneficerà dell'assegno pensionistico, infatti, è destinato a calare negli anni futuri sia con la progressiva scomparsa delle generazioni del baby boom sia con l'adeguamento automatico dei requisiti minimi di pensionamento in funzione della speranza di vita. Soltanto la metà degli aventi diritto alla cosiddetta "Quota 100" (circa 437mila persone) aderirà al pensionamento anticipato, secondo i calcoli dell'Ubp.

California devastata dagli incendi: 25 morti e 110 dispersi
Un totale di 6.713 strutture sono state distrutte: 6.453 case e 260 edifici commerciali di Paradise , ormai una città fantasma. Le persone sono costrette a fuggire dalle loro case. " Sembrava stessero esplodendo delle bombe " hanno detto i testimoni.

Adriana Lima commuove alla sfilata di Victoria's Secret
Manca davvero poco alla sfilata più attesa dell'anno e le modelle sono impegnate per gli ultimi preparativi per lo show . Il brand di lingerie ha svelato tramite Instagram i nomi dei suoi nuovi 18 angeli che sfileranno in passerella.

MILAN-JUVE, espulso Higuain! Il 'Pipita' salterà la Lazio dopo la sosta
Lì non si vede dalle telecamere ma è il momento in cui Gonzalo crolla psicologicamente, ne siamo quasi certi. Davide Pisoni scrive: "Un Higuain da piangere condanna il Milan contro la Juventus di Cristiano Ronaldo ".

Matteo Salvini ha più volte rassicurato sul fatto che la "Quota 100" per andare in pensione non andrà a gravare sull'assegno pensionistico, quindi di fatto il nuovo sistema dovrebbe sganciarsi totalmente dai requisiti della contestata Legge Fornero, non essendo uno sconto ma un radicale cambio degli stessi. "La risultante? In presenza di un taglio medio del 23%, le pensioni parzialmente (o totalmente) retributive non lo sono più "retributive o miste", perché - dati i tagli - la differenza tra pensione retributiva e contributiva si è praticamente azzerata", ha sottolineato. Gli ultimi anni della carriera sono quelli nei quali, soprattutto nel pubblico, in genere si ricevono i maggiori aumenti, aumenti che non si avranno se si decide di andare in pensione anticipata. L'avvertimento arriva dall'Ufficio parlamentare di Bilancio (Upb), organo indipendente che passa al vaglio numeri e progetti economici del governo. Sì, ma potrebbe costare caro ai papabili pensionati. Comunque, come abbiamo già visto, sembra che per poter accedere a Quota 100, bisognerà aver compiuto almeno 62 anni di età e di aver combinato 38 anni di contributi, considerato quest'ultimo un requisito minimo. Il 43% è invece rappresentato da dipendenti privati, mentre il 36% da dipendenti pubblici; per quanto riguarda l'importo dell'assegno previdenziale, si stima invece una pensione media di 33.000€ per i lavoratori subordinati, 18.000€ per gli autonomi. I nuovi dubbi riguardano la proposta della riforma della Legge Fornero.

Share