Netflix ricorda il papà di Spiderman Stan Lee con un easter egg

Condividere

Marvel Entertainment ha pubblicato un commovente video in memoria di Stan Lee, scomparso ieri all'età di 95 anni in seguito ad un malore.

Stan Lee, sognatore che prendeva per mano il lettore accompagnandolo per storie e avventure incredibili, una potenza inventiva seconda solo alla capacità di venire trasferita su tavole a china, fumetti che in epoche lontane erano prevalentemente se non interamente in bianco e nero, ma non importava.

Non è la prima volta che leggiamo l'annuncio "Stan Lee è morto" ma questa volta non si tratta di una bufala ma della verità. Infatti si vociferava che non sarebbe più apparso negli ultimi film MCU in uscita nel 2019, come Captain Marvel, Avengers 4, Spiderman: Far from Home e il tanto discusso Guardiani della Galassia 3.

Manovra: fonti P.Chigi, nessun vertice
Da Montecitorio però il vice premier M5S aveva detto che "noi stiamo cercando di invertire la rotta il prima possibile". Giallo sul vertice di Palazzo Chigi sulla manovra di questa mattina.

Schumacher, la moglie Corinna rivela: "Michael è un combattente, non si arrende"
Da allora, lady Schumacher non ha mai smesso di essere al fianco del campione, anche nel dolore . Intanto in questi anni il figlio Mick ha seguito le orme di papà nel mondo dei motori.

Carmelo Zappulla, la famiglia: "Carmelo rischia la vita"
Carmelo Zappulla è stato operato e poi trasferito in terapia intensiva dove si trova tuttora in stato di coma farmacologico. Dopo aver scritto il libro autobiografico "Quel ragazzo della Giudecca".

L'altro anime è The Reflection, uscito nel 2017 e prodotto dallo Studio Deen e ideato proprio da Stan Lee in collaborazione con Hiroshi Nagahama, che ha svolto anche il ruolo di director. Nel frattempo si era arruolato nell'esercito occupandosi di comunicazione e propaganda, dal 1942 al 1945, ma la sua carriera cambiò alla fine degli anni Cinquanta: all'epoca la casa editrice DC Comics riscosse molto successo reinventando il genere dei supereroi - con Flash e la Justice League - e Timely Comics chiese a Lee di inventarsi una nuova squadra di supereroi. Nello stesso periodo aveva dato via a Hulk e Thor, seguiti poco dopo da Iron Man e dagli X-Men.

La scelta del termine non è ovviamente casuale, in quanto utilizzata da Stan Lee in vari cameo, interviste ed anche tweet nel corso degli anni. Secondo gli atti della causa, l'anno scorso POW!

Condividere