Kenya, volontaria italiana di 23 anni rapita da un commando armato Mappa

Share

Secondo quanto riporta Citizen Tv Kenya, la giovane si chiamerebbe Sylivia Constanca e lavora come volontaria per l'organizzazione Africa Milele Onlus, con sede a Fano, nelle Marche.

Si chiama Silvia Romano, la giovane italiana rapita a in Kenya martedì sera da un gruppo armato. Lo ha riferito il capo della polizia kenyota Joseph Boinnet secondo cui il rapimento sarebbe avvenuto ieri sera intorno alle 20 ora locale, nella contea di Kilifi. La ragazza sarebbe stata prelevata da uomini armati durante un assalto ad un centro comerciale a Chakama.

Uomini e Donne, nuova rissa: bicchiere d'acqua in faccia al tronista
Uomini e Donne , Rocco provoca Gemma: "Mi spoglio?" Vuoi che mi spogli? Sembrava il solito litigio, ma così non è stato. La dama torinese è corsa da Rocco per chiedere spiegazioni perché si sentiva umiliata ed usata.

Di Maio e la replica a Boeri su "quota 100": "Basta allarmismi"
Indicizzazione: Dal raffreddamento dell'indicizzazione arriveranno invece circa 300 milioni l'anno. La misura sarà inserita nel provvedimento sul riordino delle pensioni annunciato dal governo.

Francia, donna muore investita da un’auto alla manifestazione contro il caro-benzina
Il governo conferma che il primo gennaio entreranno in vigore gli aumenti dei carburanti . Abbiamo chiesto ai manifestanti di prendere tutte le misure di prevenzione e sicurezza .

La polizia ha detto che un gruppo di uomini armati con mitragliatori AK47 ha attaccato sparando indiscriminatamente e ferendo anche 5 persone, tra cui due bambini, prima di rapire la volontaria italiana, che non è stata identificata con il suo nome. Nella zona ci sono stati rapimenti di altri stranieri da parte dei fondamentalisti islamici. "A quanto ci hanno raccontato le persone che abitano nel villaggio - ha aggiunto - sono arrivati quattro-cinque individui armati che hanno lanciato un petardo, facendo sollevare la sabbia e hanno sparato più volte". Intanto, la Procura di Roma ha aperto un fascicolo di indagine, coordinato dal pm Sergio Colaiocco: si ipotizza il reato di sequestro di persona per finalità di terrorismo. La vicenda è seguita anche dai carabinieri del Ros che sono già in contatto con le autorità keniote. Lilian Sora, presidente della onlus, ha spiegato che la ragazza è stata rapita dalla sua casa a Chakama, dopo un attacco nella zona commerciale, "non vi sono centri commerciali in quella zona e soprattutto non succede mai nulla del genere". "In quel momento era da sola - ha concluso Sora - perché altri erano partiti e altri ancora arriveranno nei prossimi giorni".

Share