Kenya, rapita una volontaria italiana

Share

Sarebbero stati loro a mettere in atto un blitz al mercato di Chakama, sulla costa sudorientale del Kenya.

Durante un assalto armato avvenuto ieri sera in un centro commerciale del Kenya, una cooperante italiana è stata rapita.

L'attacco, con grossa probabilità riconducibile ai miliziani islamici di al Shaab, ha provocato 5 feriti di cui uno grave, e le mosse dei rapitori descritte da chi ha assistito lasciano pensare a un'azione esplicitamente mirata al prelievo della giovane italiana, forse a fini di riscatto. La ragazza, Silvia Costanza Romano, era nel Paese africano come volontaria della onlus Africa Milele che opera su progetti di sostegno all'infanzia.

Belen Rodriguez a cena con Mirco Levati: "Il mio playboy"
Incredibile ma vero! E non è questa la prima volta che alla Rodriguez vien fatto notare l'eccesso di ritocchi alle sue foto. Al ballerino sono stati attribuiti numerosi flirt ma, evidentemente, per lui non si è mai trattato di qualcosa di serio.

Fico: schiaffo alla Campania dire che servono altri inceneritori
Peccato che il sindaco della città campana si opponga, e il leader del carroccio l'ha invitato ad un'abbuffata:" Se li mangi i rifiuti ".

Michelle Hunziker su Sanremo: " Se dovessero chiamarmi, io ci sono"
Nonostante sia una donna del mondo dello spettacolo riesce a mettere insieme tutti gli impegni sia lavorativi che familiari. Michelle Hunziker è uno dei volti più amati della televisione italiana, su questo non c'è dubbio.

"Invitiamo i cittadini a riferire tempestivamente al più vicino ufficiale di polizia o stazione di polizia nel caso in cui vedano i criminali con la donna rapita", ha fatto sapere la polizia nazionale. Secondo Boinnet, non è chiaro il motivo dell'attacco, nè chi se ne sia reso responsabile.

Non sono ancora chiare le ragioni dell'agguato, ma alcuni testimoni hanno raccontato di aver sentito gli aggressori parlare in somalo.

"Il rapimento è avvenuto in una parte del Kenya dove non ci sono centri commerciali, al massimo un negozietto dove si vendono fagioli e dove soprattutto non succede mai niente del genere". Intanto, il pm Sergio Colaiocco da Roma indaga per "sequestro di persona per finalità di terrorismo" con la Farnesina che ha tristemente confermato il rapimento della volontaria 23enne. "Approfittando della confusione, sarebbero andati direttamente nell'abitazione dove c'era Silvia, che in quel momento era da sola, perché gli altri volontari erano partiti e nei prossimi giorni sarebbero arrivati nuovi colleghi". Stando a quanto raccontato dal quotidiano "The Nation" 80 uomini armati hanno attaccato il villaggio di Chakama, a circa 80 chilometri ad ovest da Malindi, e a colpo sicuro hanno sequestrato la 23enne volontaria italiana probabilmente andando a colpo sicuro e sapendo che lì si trovava la cooperante straniera.

Share