Gattuso: "Salvini pensi alla politica e non ai cambi del Milan"

Share

Lazio e Milan si spartiscono la posta all'Olimpico, ma per un soffio i rossoneri non trovavano il successo esterno, colpa di un gol di Correa allo scadere. "Da un po' di tempo ha preso quest'abitudine, con tutti i problemi che ha parla e chatta di calcio".

E nel botta e risposta tra i due si è inserito anche Matteo Renzi: "Salvini non parla di spread ma di gattini e Gattuso". Ci fosse stato in panchina un difensore alto o un centrocampista di contenimento affidabile siamo sicuri che Gattuso avrebbe fatto il cambio negli ultimi minuti. "E se cambio perché cambio, e se non cambio perché non cambio". "L'anomalia più grande è che abbiamo tre centrali fuori con lo stesso problema a livello tendine, questo lascia un po' perplesso - ha notato l'allenatore -". Proprio l'allenatore del Milan però ha poi risposto in conferenza stampa. "Metti Castillejo e togli Borini che andava come mia nonna". - ha dichiarato a TopCalcio24 il leader della Lega con il suo solito linguaggio forbito.

Gilet gialli in piazza a Parigi, è guerriglia con la polizia
Oppure la deputata di La Republique En Marche la cui abitazione è stata occupata dai manifestati che desideravano parlare con lei. Secondo l'emittente 'Bfmv', a Parigi saranno schierati almeno tremila tra poliziotti e gendarmi.

Champions, Di Francesco: 'Real per cancellare Udine'
Il Champions League abbiamo fatto un percorso importante, ma i nostri tifosi hanno ragione a essere arrabbiati. Siamo a quattro punti, il campionato è lungo ma dobbiamo vincere qualche partita per avvicinarci.

Vialli malato di cancro: intervista ex calciatore Sampdoria Juventus e nazionale
Ora sta bene ma, sottolinea, " non ho ancora la certezza di come finirà la partita ". "Ne avrei fatto volentieri a meno". Ha scritto Goals perché la sua storia potesse essere un esempio per chi si trova ad affrontare simili battaglie .

Non è il primo allenatore milanista "e non solo, visto l'analogo caso Zoff-Berlusconi del 2000 - bacchettato da un politico, ma Berlusconi era il proprietario e i vari Zaccheroni, Ancelotti, Leonardo, se la sono cavata con diplomazia".

E questa volta "Ringhio" ha sbottato, guadagnandosi anche un'ironica "nomination" sui social come candidato alla segreteria del Pd: "Salvini mi critica perché non ho fatto cambi?" Gattuso ha giustamente rilevato che le esternazioni di Salvini sul Milan paiono essere diventate sistematiche.

Share