Sylvester Stallone dice addio al personaggio di Rocky Balboa

Share

Anche se mi si spezza il cuore, sfortunatamente tutte le cose devono passare... e finire. Sylvester Stallone dopo più di 40 anni, 8 film e tre nomination agli Oscar (la sua prima interpretazione risale al 1976) ha salutato per sempre il personaggio che ha consacrato il suo successo mondiale.

La carriera artistica dell'attore svedese Dolph Lundgren ha subito un picco verso l'alto proprio grazie alla partecipazione nel quarto capitolo cinematografico di Rocky, diretto da Sylvester Stallone e uscito nelle sale di tutto il mondo nel 1985. "Vi amo, siete delle persone gentili e generose, e la cosa più fantastica di tutte è che Rocky non morirà mai perché vive dentro di voi". Poter creare e interpretare questo personaggio significativo è stato un mio incredibile privilegio. E poi all'improvviso è arrivato questo giovanotto e la storia è cambiata.

"Oggi che mi ritiro e la mia storia è stata raccontata", ha detto in un messaggio postato su Instagram, "si apre un nuovo mondo per il pubblico con questa generazione".

Читайте также: La Prova del Cuoco, cosa è successo ad Anna Moroni?

Una vera e propria investitura che colpisce molto, e che sembra davvero venire dal profondo del cuore di un uomo sincero e grato per quello che ha avuto nella vita. L'attore ha appeso al chiodo i guantoni del pugile Rocky Balboa, lasciando sorpresi i fan.

Stallone ha fatto la sua ultima apparizione nei panni di Rocky nel recente film 'Creed II', nel quale aiuta il figlio di Apollo, Adonis Johnson, a prepararsi per combattere contro il figlio di Ivan Drago.

При любом использовании материалов сайта и дочерних проектов, гиперссылка на обязательна.
«» 2007 - 2019 Copyright.
Автоматизированное извлечение информации сайта запрещено.

Код для вставки в блог

Share