Di Maio: papà, chiedo scusa a tutti

Share

Lo fa in un video pubblicato sulla sua pagina Facebook . Antonio Di Maio, padre del vicepremier e ministro del Lavoro, commenta gli ultimi fatti di cronaca che lo hanno visto protagonista.

"Chiedo scusa per gli errori che ho commesso, chiedo scusa alla mia famiglia per i dispiaceri che hanno provato". Per questo, nei periodi difficili, ho cercato di andare avanti da solo perche' non volevo pesare su di loro. Antonio Di Maio, padre del vicepremier, interviene con un video di 5 minuti pubblicato su Facebook in cui ribadisce l'estraneità del figlio alle vicende delle assunzioni in nero nella propria azienda e dei presunti abusi edilizi nel terreno di proprietà della famiglia. "Quando c'e' crisi e a volte si ha paura di non poter andare avanti". Ho commesso errori e leggerezze di cui mi prendo tutte le responsabilità. "Ho nascosto i miei errori per un motivo banale che per me era importante, avevo paura di perdere la loro stima. Droni sulla mia casa e giornalisti ovunque, sono stato trattato come un pericoloso criminale". Cosa che, se conosco mio figlio, non succederà.

Trump ricorda Bush, un'ispirazione
Jimmy Carter, rimasto l'ex presidente più anziano in vita, ha compiuto 94 anni lo scorso ottobre. Alla Casa Bianca si occupò soprattutto di politica estera in una fase storica delicatissima.

Addio all'attore Ennio Fantastichini: era malato di leucemia
Ma l'attore rimane nel cinema italiano con le stigmate del perfetto coprotagonista: un caratterista come non ce ne sono più. Tra i due film di Ozpetek interpreta nel 2008 il film 'Fortapa'sc' di Marco Risi.

La vera storia delle tessere di Poste per il reddito di cittadinanza
Siamo di fronte ad un danno erariale o all'ennesima bufala? Un passaggio cruciale, che spinge il Pd a lanciare la sua offensiva. Il reddito di cittadinanza non è una legge.

Parlando del servizio mandato in onda domenica sera dalle Iene, "non esiste nessuna elusione fraudolenta", afferma Antonio Di Maio. "Questi avevano bloccato l'attività di impresa per cui non vi era altra strada che chiuderla - ha spiegato - non ho sottratto i miei beni alla garanzia dei creditori, tanto è vero che, 4 anni dopo, nel 2010, Equitalia Polis Spa agente della riscossione per la provincia di Napoli iscrive ipoteca legale su due terreni e un fabbricato di mia proprietà a Mariglianella". Quindi - assicura - non c'è stato nessun intento elusivo: "né elusione di imposte sui redditi prodotti dalla nuova ditta di mia moglie, né sottrazione della garanzia patrimoniale per i miei debiti pregressi alle pretese dei creditori". "Sarebbe bene ricordare che nei governi a maggioranza Pd nella precedente legislatura per molto, ma molto di meno di quanto sta accadendo al vicepremier Di Maio, ben tre ministri si sono dimessi (Josefa Idem, Federica Guidi e Maurizio Lupi)", rimarca invece Monica Cirinnà invitando alle Camere il vicepremier e chiedendogli di non esporre "suo padre a ulteriore ludibrio sui social".

"Ribadisco che i miei figli - aggiunge il padre del vicepremier e capo politico M5s - non c'entrano nulla con tutto questo".

Share