Giornata Mondiale contro l'Aids: l'importanza della prevenzione

Share

La pagina Epicentro Infezioni sessualmente trasmesse dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS), a questo link. Come riportato da Il Giornale, tra le false credenze sul tema c'è la seguente: "Non ho sintomi, quindi non posso avere l'Aids".

Per questo motivo sono particolarmente urgenti le iniziative che coinvolgono adolescenti e giovani, come quella promossa dall'Africa University dello Zimbabwe, struttura della United Methodist Church che raccoglie più di mille studenti provenienti da tutto il paese e da una trentina di altri stati africani. L'ultima falsa credenza è anche quella più diffusa: l'Hiv è un problema solo degli omosessuali.

L'HIV, di cui sono noti 2 sierotipi (1 e 2) fa parte della famiglia sei retrovirus. E ogni anno risulta confermata la bassa percezione del rischio di trasmissione del virus, soprattutto tra gli eterosessuali, che arrivano tardi ad eseguire il test Hiv.

In occasione della Giornata mondiale per lotta all'AIDS che ricorre domani, la Regione Veneto ha pubblicato il nuovo Rapporto AIDS-HIV realizzato a cura della Direzione Prevenzione che contiene i dati epidemiologici consolidati al 31 dicembre 2017.

Michael Schumacher volto oggi, condizioni: arrivano notizie da padre Georg
La sua faccia, come tutti sappiamo, è il tipico volto di Michael Schumacher , è diventato solo un po più pieno" ha rivelato. Gänswein ha definito " ergreifende " ovvero "commovente" l'incontro con il sette volte campione del mondo di F1.

Addio all'attore Ennio Fantastichini: era malato di leucemia
Ma l'attore rimane nel cinema italiano con le stigmate del perfetto coprotagonista: un caratterista come non ce ne sono più. Tra i due film di Ozpetek interpreta nel 2008 il film 'Fortapa'sc' di Marco Risi.

Quentin Tarantino ha detto sì
Per lei classico abito bianco con scollatura a cuore, mentre il maestro del pulp ha indossato un classico completo scuro. Quentin Tarantino ha conosciuto Daniella Pick durante il tour promozionale di Bastard senza gloria nel 2019.

"L'incidenza delle nuove diagnosi di Hiv mostra una leggera diminuzione tra il 2012 e il 2015, con un andamento pressoché stabile dopo il 2015 - si legge -".

Nel 2017 la maggioranza delle nuove diagnosi di infezione da Hiv è attribuibile a rapporti sessuali non protetti, che costituiscono l'84,3% di tutte le segnalazioni (eterosessuali 45,8%; 38,5%). I casi pediatrici, che presentano quasi tutti modalità di trasmissione verticale tra madre e figlio, sono divenuti eventi rari, grazie alla terapia antiretrovirale somministrata alla madre sieropositiva e all'introduzione del test per Hiv tra gli esami previsti nel libretto di gravidanza. Tra le cause di questi dati allarmanti, come precisa TgCom 24, il mancato uso del profilattico e la scarsa conoscenza del pericolo. Gli esperti sottolineano che, nonostante gli importanti passi avanti fatti dalla ricerca, il lavoro da fare, soprattutto sul fronte della prevenzione, è ancora molto. Infatti partirà la sperimentazione del primo vaccino terapeutico pediatrico in tre diversi continenti. Le persone che hanno scoperto di essere sieropositive sono nel 76,9% dei casi di sesso maschile. "Proprio poche settimane fa in giunta abbiamo approvato una delibera che prevede una serie di iniziative rivolte alla tutela della salute sessuale e riproduttiva dei giovani e delle donne: azioni che non si riducono alla sola erogazione gratuita di contraccettivi, ma comprende il potenziamento dell'attività dei consultori, delle campagne informative, dell'educazione sessuale nelle scuole".

L'Università promuove un progetto di autodiagnosi rivolto agli studenti: è anche un modo per responsabilizzarli in quanto, una volta fatto l'auto-test nel luogo che preferiscono, dovranno assumersi la responsabilità delle loro scelte e comportamenti futuri.

Share